Blog
home > blog > Dell: basta PC, solo server, mobile e networking

Tag: Dell, mobile, server, networking

Dell: basta PC, solo server, mobile e networking

Dell sta spostando il suo business dal settore del pc ad altri comparti con più alta marginalità. Nei PC c'è troppa concorrenza.
di Maurizio Ceravolo
Ieri durante una conference call Brian Gladden, CFO di Dell, terzo produttore mondiale di PC (dopo HP ed Acer) ha comunicato i risultati dell'ultima trimestrale.

L'ultimo trimestre del 2010 è stato il migliore della storia di Dell, con un utile quantificato in 48 centesimi per azione. Grandissimo risultato, che però non è dovuto al settore PC. Settore su cui è nata DELL, come assemblatore di PC personalizzati per gli utenti (infatti è difficile trovare nei negozi dei DELL, nella maggior parte dei casi si ordinano e si personalizzano sul sito di DELL).

Gran parte della conference call è stata incentrata sul fatto che non conviene più spingere sul settore PC, dove negli anni Dell è passata dall'insidiare HP come primo produttore mondiale a perdere la seconda piazza l'anno scorso in favore di Acer.

I settori a più alta marginalità su cui spingere il business sono ora il settore server e servizi alle imprese, gli impianti di rete e il ricchissimo settore mobile, dove Apple ha fatto storia per i margini elevatissimi con cui vende i propri dispositivi. Infatti specialisti del settore hanno calcolato che il margine di Apple nella vendita dell'iPhone sia fra il 40 e il 50% del prezzo finale. Molto, ma molto di più, del guadagno che ci può essere sui PC, dove i produttori taiwanesi fanno una concorrenza agguerrita.

È da vedere se per DELL è il giusto momento storico per spingere sul mobile, dove per mobile, si intende smartphone e tablet. È un mercato dove conta molto la seduzione del prodotto, caratteristica non di DELL fino a questo momento, e la società texana arriva sicuramente tardi, dopo che questo mercato è già esploso. E dove potrebbe insinuarsi una nuova tendenza. In questo momento c'è un duopolio Apple-Google, con iPhone e Android, con un possibile guastatore nei prossimi tempi nel duo Nokia-Microsoft. Apple negli ultimi anni ha fatto spingere verso l'alto i prezzi, mentre nell'ultimo anno con l'esplosione di Android i prezzi stanno riconvergendo verso il basso, tanto che si vocifera la presentazione da parte di Apple di un iPhone nano, per conquistare la parte bassa del mercato.

A mio avviso DELL può dire il suo nel mercato del B2B, quello dei server dove ha risultati in forte crescita, sul mobile, non avendo un sistema proprio, potrà essere uno dei tanti produttori, in quanto si è visto ormai che la scelta del consumatore viene fatta sul sistema operativo e sull'ecosistema delle app che esso comporta.
Post correlati
2011
26
Aprile
Nuovo mockup per iPhone 5
Maurizio Ceravolo
Gli ultimi rumors su internet sono stati messi insieme per provare ad immaginare come sarà l'aspetto del nuovo iPhone 5. Vediamo come potrebbe essere.
2011
12
Gennaio
Le app sono il futuro dell'informazione tradizionale?
Maurizio Ceravolo
Gli editori inseguono il modello della app per i tablet per rispondere alla crisi dell'informazione su carta. Ma siamo sicuri che questa sia la strada giusta?
2011
21
Febbraio
Google Goggles: un interessante esperimento di marketing
Maurizio Ceravolo
Google prova a collegare il reale al virtuale per portare il proprio potere di advertising nel mondo fisico. Può portare un ampliamento del business?
2012
13
Marzo
Sviluppo cross platform di app
Dario Lipari
Ogni piattaforma mobile ha i suoi strumenti e linguaggi. Vari framework permettono lo sviluppo cross platform. Vediamo con quali vantaggi e svantaggi.
2011
17
Giugno
Windows Phone 7: 500 novità con Mango
Maurizio Ceravolo
Mango è il corposo aggiornamento di Windows Phone 7 che avverrà in autunno. Riuscirà ad accorciare le distanze da iPhone e Android, ma rimane qualche ombra per il segmento business.


Archivio Mensile Blog
Tag Cloud
anagrafica clienti Apple branding crowdsourcing evoluzionismo digitale Facebook finanza geek Google Google+ humor innovazione iPad Microsoft social network stupidità torrent video videogiochi viral
Ultimi Post
I migliori di oggi
I più popolari del mese
Top post