Blog
home > blog > Amazon vende più ebook che libri di carta

Tag: Amazon, ebook, innovazione, evoluzionismo digitale

Amazon vende più ebook che libri di carta

Amazon ha comunicato che a soli 4 anni dall'introduzione del Kindle, il suo ebook reader, la vendita di libri elettronici ha superato quella delle versione cartacee.
di Maurizio Ceravolo
Amazon ha rilasciato un comunicato stampa che la dice lunga su quanto l'informazione e la cultura stiano diventando inesorabilmente digitali: la vendita di ebook ha superato quella dei libri cartacei.

Amazon vende più ebook che libri cartacei
Passato contro futuro della lettura.

Nel novembre 2007 Amazon lanciò il suo lettore di ebook il Kindle, nel mese di aprile del 2011 dopo appena 4 anni, ogni 100 libri cartacei venduti dal gigante del commercio elettronico, ben 105 copie di libri digitali vengono acquistate dai possessori dell'e-reader. Il successo è evidente. In un anno sono triplicate le vendite del Kindle. 

Ma i numeri non sono solo questi. Amazon mette a disposizione dei propri clienti un'ampia scelta. 950 mila libri in vendita, di cui 790 mila ad un prezzo di "copertina" inferiore ai 9.99 dollari. Oltre a questi ci sono milioni di libri gratuiti, in quanto su di questi scaduto il diritto di autore, in pratica tutti i libri pubblicati prima del 1923.

I consumatori iniziano ad apprezzare i vantaggi dei libri digitali. La possibilità di portarsi dietro, in un piccolo dispositivo, migliaia di libri è notevole, come è notevole lo spazio risparmiato nelle case (anche se in molti apprezzano il fattore romantico delle librerie piene di "polverosi" libri). Personalmente credo che il futuro della lettura sia nei reader e nei tablet, sia per quanto riguarda i libri che per l'informazione (ne abbiamo parlato in Tablet ed innovazione digitale uccideranno la carta stampata).

I vantaggi sono evidenti. La lettura su pc è scomoda, anche un portatile è pesante per leggere sul divano, a letto, in metropolitana. Un tablet invece supera questi limiti, ed in qualsiasi momento si può acquistare un contenuto da leggere che sia un quotidiano od un libro. Oltre che il tutto ha evidenti risparmi. Non esistono più stampa, carta, trasposto, distribuzione. Teoricamente potrebbero scomparire anche gli editori.

In questo momento esistono tra grandi attori. Oltre ad Amazon, anche Google (vedi Google Ebooks: apre il più grande store del mondo di e-books) ed Apple hanno i loro negozi on line di libri digitali. Vista la platea dei loro clienti, sarebbe facile in un prossimo futuro che gli scrittori si rivolgano a loro, saltando di pari passo gli editori. I quali, o si evolvono riuscendo a fornire valore aggiunto al processo (ad esempio aiutare gli scrittori a migliorare i loro libri), oppure verranno completamente tagliati fuori.

Il processo di conversione digitale dell'informazione si sta accelerando. Ed il successo di Amazon lo conferma. Pensavo che ci sarebbero voluti 10 anni perchè l'informazione su tablet diventasse preponderante. Con questa notizia e per il continuo fermento nel mercato dei tablet, penso che questo traguardo sarà raggiunto molto prima.

Nei film di 20 anni certe cose erano considerate fantascienza, lo sono ancora...?

In Star Trek in capitano Picard leggeva le informazioni su un tablet
In Star Trek in capitano Picard leggeva le informazioni su un tablet
Post correlati
2010
7
Dicembre
Google Ebooks: apre il più grande store di ebook
Maurizio Ceravolo
Google entra come un buldozer nel mercato degli ebook. Con una filosofia diversa da quella dei concorrenti. Il cloud. E potrebbe essere vincente.
2011
2
Marzo
Google vuole la Luna
Maurizio Ceravolo
Google sponsorizza una competizione per team privati per mandare un rover robotizzato sulla Luna, a basso costo. E dare nuovo stimolo all'esplorazione spaziale.
2011
7
Giugno
Windows 8 in video anteprima
Maurizio Ceravolo
Microsoft ha mostrato al mondo come sarà la prossima versione di Windows, Windows 8. Diventerà più touch, più orientato ai tablet e ai processori ARM e si avvicinerà a Windows Phone 7
2011
14
Giugno
Huffington Post supera il New York Times
Maurizio Ceravolo
Il superblog Huffington Post a 5 anni dalla nascita supera in numero di visitatori lo storico e centenario New York Times. Segno dei tempi che cambiano?
2011
1
Settembre
La casa del futuro di Microsoft
Maurizio Ceravolo
Microsoft ci apre di nuovo le porte, con un video, alla sua casa digitale, il progetto di ricerca di domotica.


Archivio Mensile Blog
Tag Cloud
64 bit Apple Facebook geek Google Google News Google+ humor innovazione iPhone marketing Microsoft Motori di ricerca social network social plugin software video viral web web marketing
Ultimi Post
I migliori di oggi
I più popolari del mese
Top post