Blog
home > blog > Le API di Google+

Tag: Google+, social network, Google, Programmazione

Le API di Google+

Vic Gundotra, responsabile di Google+, ha confermato l'arrivo della API per il nuovo social network. E quindi applicazioni di terze parti di sviluppatori indipendenti.
di Maurizio Ceravolo
Questa è una delle notizie che mi piace dare, visto che mi riguardano in prima persona come sviluppatore.

Google+ avrà presto le API. Lo ha dichiarato direttamente Vic Gundotra, Senior Vice President di Google al Web 2.0 Summit ai microfoni di cnet. Alla domanda se come su Facebook saranno presenti funzionalità per gli sviluppatori, Gundotra ha risposto: "I'm a developer guy at the core. It is inconceivable I would build something without a platform." ovvero "nel profondo sono uno sviluppatore, è inconcepibile per me costruire qualcosa senza avere una piattaforma".

La risposta è assolutamente chiara, ci saranno le API, non ha detto quando ma ci saranno.

Sicuramente occorrerà aspettare qualche mese, Google+ è ancora in sviluppo e Gundotra ha anticipato che ci saranno altre novità, quindi sarebbe prematuro per ora rilasciare le API, altrimenti gli sviluppatori potrebbero rilasciare qualcosa che Google ha ancora in sviluppo. È soprattutto importante aspettare che tutta la piattaforma social sia stabile, in modo che gli sviluppatori possano lavorare su qualcosa che sanno non cambi a breve.

Per chi è sviluppatore e vuole essere avvertito quando il progetto per gli sviluppatori verrà lanciato, può iscriversi qui. Io l'ho fatto ovviamente. :-)

Happy coding. :-)
Post correlati
2011
16
Settembre
Google rilascia le API di Google+
Maurizio Ceravolo
La prima versione delle API di Google+ sono disponibili per gli sviluppatori. Sono ancora abbastanza limitate, permettono solo di leggere dati pubblici e non scrivere o interrogare.
2011
11
Luglio
Google+: per 80 minuti finito lo spazio disco
Maurizio Ceravolo
Vic Gundotra sul suo profilo di Google+, ha spiegato la causa di invii ripetuti di mail dal social network. Anche i grandi fanno errori banali.
2012
2
Maggio
Google+ notifica massimo 1024 persone
Maurizio Ceravolo
Un post di Louis Gray su Google+ ci permette di scoprire una limitazione nelle notifiche del social network di Google.
2011
30
Giugno
Google+ (Plus): il social network di Google
Maurizio Ceravolo
Google vuole prendersi un pezzo del mercato dei social network. Ci proverà con Google+ innovando sulle mancanze di Facebook. I presupposti sono buoni.
2014
29
Maggio
Google Ripples mente (spesso)
Maurizio Ceravolo
Google Ripples è uno strumento utilissimo per scoprire gli influencer dei propri post. Però è afflitto da un bug che lo porta a dare informazioni non corrette.


Archivio Mensile Blog
Tag Cloud
advertising Apple evoluzionismo digitale Facebook geek Geolocalizzazione Google Google+ gps humor infografica innovazione iPad marketing Microsoft social network Spazio successo video web search
Ultimi Post
I migliori di oggi
I più popolari del mese
Top post