Blog
home > blog > Angry Birds nelle rivoluzioni di Tunisia, Egitto e Libia

Tag: Angry Birds, humor, politica, videogiochi

Angry Birds nelle rivoluzioni di Tunisia, Egitto e Libia

Il desiderio di libertà delle popolazioni del nord Africa spinte dai cinguettii di Twitter viste con gli occhi di Angry Birds, il casual game più famoso del mondo.
di Maurizio Ceravolo
In questi mesi, è noto a tutti, il mondo arabo ha sussulti di libertà. Spinti dalla forza dei giovani e coordinati dai cinguettii su Twitter, Tunisia ed Egitto hanno abbattuto i regimi, quasi dittatoriali, che li guidavano. In Libia aiutati dalle bombe della Nato, i ribelli sono prossimi alla cacciata di Gheddafi.

Queste vicende sono state viste in un video, che rivede queste vicende con gli occhi degli Angry Birds, gli uccelli arrabbiati più famosi del mondo (vedi Angry BungaAngry Birds all'esameAngry Birds dal vivo) e con la canzone dei tre porcellini (i cattivi di Angry Birds) della Disney.



Angry Birds nelle rivoluzioni di Tunisia, Egitto e Libia
Post correlati
2011
24
Giugno
Angry Bunga
Maurizio Ceravolo
Una software house ha realizzato un gioco dalle meccaniche simili ad Angry Birds, ma scegliendo come protagonisti Berlusconi, le PapiGirls e i magistrati. Esilarante.
2011
26
Settembre
Il backstage di Angry Birds
Maurizio Ceravolo
Per comunicare l'arrivo di Angry Birds anche sul Chrome Store, i creatori del gioco degli uccelli arrabbiati, hanno pensato ad backstage a loro modo.
2011
13
Dicembre
Gli auguri di Natale di Angry Birds
Maurizio Ceravolo
È Natale, siamo tutti più buoni, anche i celeberrimi uccelli arrabbiati sono più buoni come la loro controparte i maiali verdi. Oppure no?!?!?
2011
16
Giugno
Robin Williams testimonial e padre di Zelda
Maurizio Ceravolo
Robin Williams è un grandissimo fan della serie di giochi Zelda ed è stato scelto come testimonial per la pubblicità dell'ultimo gioco. È così fan che ha fatto una scelta importante...
2011
28
Settembre
Berlusconi vuole condividere una cerchia con te
Maurizio Ceravolo
Google ha lanciato ieri la condivisione delle cerchie su Google+ e subito i politici cercano di sfruttare i nuovi strumenti social per la loro immagine.


Archivio Mensile Blog
Tag Cloud
analisi dati Apple evoluzionismo digitale Facebook geek Google Google+ humor innovazione marketing Microsoft Motori di ricerca social network social plugin tablet telelavoro video videogiochi web analytics web performance
Ultimi Post
I migliori di oggi
I più popolari del mese
Top post