Blog
home > blog > Facebook lancia Facebook Mail: dichiarata guerra a Google

Tag: Facebook, Google, mail, social network, spam, evoluzionismo digitale

Facebook lancia Facebook Mail: dichiarata guerra a Google

Oggi al Web 2.0 Summit, Mark Zuckerberg annuncerà Facebook Mail. Il gigante di Palo Alto entra in guerra con Google supportato da 500 milioni di amici.
di Maurizio Ceravolo
EDIT: ho fatto un post subito dopo la presentazione e la pubblicazione del post ufficiale sul blog di Facebook. Integra le considerazioni che ho fatto qui con quello da loro presentato: Facebook Mail - un aggregatore di comunicazioni.

A San Francisco in questi giorni si svolge il Web 2.0 Summit è un evento che si svolge tutti gli anni, e che raccoglie la presenza di tutti i giganti economici del mondo di internet ed anche delle startup emergenti (per modo di dire) come la piccola FourSquare.

La pagina degli speaker attesi è impressionante. La potete leggere direttamente sul sito del Summit. Praticamente per presenza di giganti all'evento non è rappresentato un fatturato, ma direttamente il PIL di uno stato, leggo Google, Intel, Yahoo, Facebook... e la lista è lunga.

Il sito TechCrunch ha annunciato che in questo evento, il 15 novembre alle 10 (ora di San Francisco) Facebook presenterà il Progetto Titan. Ovvero la mail @facebook.com. Praticamente come ha fatto già Google anni fa, anche Facebook, esce dal suo core business, per espandere il perimetro dei suo affari. Ed andando a pestare i piedi proprio a Google, in uno dei campi dove è più forte.

Il chè non contribuirà di certo a stemperare gli animi, visti i dispetti che si stanno facendo i due gruppi in questi giorni, impedendo all'uno di accedere ai servizi dell'altro per procedere all'importazione dei contatti dagli account di un utente.

Di dettagli per adesso non ce ne sono molti. Il blog di Facebook per adesso tace. Immagino che dopo l'evento verrà pubblicato un comunicato ufficiale.

Per reperire delle informazioni, ho consultato varie fonti non ufficiali. In base a questi rumors l'indirizzo email dovrebbe corrispondere al proprio vanityurl. Non si sa come dovrebbe essere l'indirizzo di chi non ha scelto il vanityurl. Forse sarà obbligatorio sceglierlo per avere la mail. L'interfaccia di consultazione dovrebbe essere quella di una webmail, in cui dovrebbero confluire sia i messaggi interni al social network che quelli esterni. In più sarà garantito l'accesso da client esterni con protocollo POP o IMAP.

Altre fonti dicono che l'indirizzo sarà del tipo nome.cognome@facebook.com. In questo caso sarà da capire come verranno gestite le omonimie.

C'è anche un altro particolare. La santa alleanza Facebook-Bing verrà estesa anche alle mail (anche se, e questo mi lascia un po' perplesso, entrerebbe in diretta concorrenza anche con Hotmail di Microsoft). Ci sarà una integrazione con Office ed Office Live. Il tutto per combattere il grande nemico Google.

Tutto questo mi fa nascere tre considerazioni.

La grande ironia di tutto questo. Facebook vuole integrarsi con i servizi di Office, e quindi proporsi in qualche modo in ambito business. Ed ogni giorno c'è una notizia su come il mondo business bandisca Facebook, dato che le aziende tendono a chiudere il social network ai propri dipendenti.

Seconda cosa, più tecnica. Se è così, o Facebook mette su anche un bell'antispam all'avanguardia, oppure la privacy andrà a farsi benedire e gli spammers andranno a nozze. Basterà farsi un giro di scansione sulle pagine bianche, per acquisire liste di nomi e cognomi, poi con una semplice concatenazione fra nome e cognome, si avrà una mail molto probabile dove spammare. Semplificando tutti quelli che ogni giorno cercano di spammare su Facebook. Su una mail non ci sono blocchi di account o captcha. Chissà forse potrei anche pensare di fare un programmino per contattare un milione di utenti per richiedergli di "fannizzarsi" alla pagina di ideativi. :-) Scherzo, però sarebbe banalissimo da fare.

Terzo. Anche in questo caso vedo l'evoluzionismo digitale. I gruppi tendono a copiarsi le caratteristiche vincenti, che permettono di sopravvivere sul mercato. Facebook, però a differenza di Google, tende molto meno a sperimentare innovazioni per anticipare cambiamenti delle mode.

Ho provato a digitare questo indirizzo http://mail.facebook.com, .... funziona. Sarà questa la login del nuovo servizio? Da notare che si appoggia ad Exchange di Microsoft.

Facebook mail
Sarà questa la nuova webmail di Facebook?

Post correlati
2010
22
Novembre
Facebook: negli USA una pagina su 4 è sua
Maurizio Ceravolo
Facebook in continua crescita. Il 25% percento delle pagine viste negli USA è suo. Il 10% a livello mondiale. Analizziamo i dati di Alexa.
2010
16
Novembre
Facebook Mail: un aggregatore di comunicazione
Maurizio Ceravolo
Non è una mail dice Zuckerberg, è un aggregatore di comunicazioni. Però le perplessità su privacy e spam rimangono.
2010
25
Novembre
CosaCerchiOggi: Google approda in TV, “Dietro ogni ricerca c'è una Storia"
Maurizio Ceravolo
Google in onda sul piccolo schermo con una vera e propria campagna pubblicitaria: il suo esordio sulle reti italiane. Su YouTube il nuovo canale "CosaCerchiOggi".
2011
25
Agosto
Google +1 ora condivide
Maurizio Ceravolo
Nuova importante modifica per il +1 di Google. Ora è possibile condividere con gli amici. Prende il meglio di Like e Send di Facebook e li migliora. Google all'attacco.
2010
13
Novembre
Dal cybersquatting al domain trolling: con Facebook e Google una nuova era?
Maurizio Ceravolo
Una volta c'era l'accaparramento di domini, ora c'è l'intimidazione a colpi di carta bollata per non farli registrare.


Archivio Mensile Blog
Tag Cloud
anni 80 Apple e-commerce Facebook finanza geek Google Google+ humor IBM infografica innovazione Internet Explorer iPad Microsoft Programmazione social network social plugin validazione video
Ultimi Post
I migliori di oggi
I più popolari del mese
Top post