Blog
home > blog > L'essenza della SEO

Tag: SEO, Google

L'essenza della SEO

Molti sono alla ricerca del trucco o della giusta combinazione di keyword per essere primo su Google. La verità è che occorre cambiare punto di vista.
di Valerio Notarfrancesco
So che molti sono alla costante ricerca del tag segreto, oppure della magica e leggendaria percentuale di parole chiave che farebbe schizzare in alto il posizionamento del proprio sito. Però la realtà dei motori di ricerca non è questa.
E' inutile tentare di posizionare il proprio sito con certi trucchetti da programmatore perché Google non elabora il ranking con dei semplici IF e i suoi algoritmi, anche se fossero di pubblico dominio, non sarebbero rappresentabili con i diagrammi di flusso lineari che ci hanno insegnato alle scuole medie.

Il salto concettuale che va fatto per capire Google è semplicissimo: smettere di pensare agli utenti.
Si, proprio così, smettere di pensare agli utenti e iniziare a pensare al proprio pubblico.

Perché è il concetto stesso di utente che è sbagliato.
L'utente era e lo è ancora in parte oggi il povero cristo che è costretto a passare ore e ore in coda negli uffici pubblici perché è obbligato e non può scegliere dove andare a fare i documenti, quindi può solo usufruire passivamente di quello che l'apparato burocratico gli mette a disposizione.

L'utente era anche il lettore dei siti della prima era del web perché non poteva scegliere dove trovare le informazioni visto che c'erano pochissimi siti e non era facile trovarne di nuovi.

Ecco perché il concetto di utente è vecchio, sorpassato e offensivo.
Oggi non esistono più utenti di siti web ma esistono persone del pubblico.

È il pubblico che ha il potere di scegliere, di trovarti, di cambiare sito con un paio di click, di farti salire in serp o di farti crollare a picco.
Quindi eliminiamo il concetto di utente, eliminiamo questa parola dal nostro dizionario SEO e pensiamo al pubblico.



Valerio Notarfrancesco
Web Marketing e Seo certificato specializzato per l'estero, gli e-commerce e l'ottimizzazione delle conversioni.

Mi occupo di strategie di web marketing e posizionamento sui motori di ricerca in Pennamontata: http://www.pennamontata.com/, ma nel tempo libero adoro viaggiare, scattare tante foto e conoscere gente nuova e le sue abitudini.

G+: https://plus.google.com/u/0/109151538143637496848/posts
Twitter: https://twitter.com/#!/vnotarfrancesco/
Post correlati
2011
22
Agosto
Con Google+ (Plus) la ricerca di Google si fa (più) social
Maurizio Ceravolo
Google ha annunciato di aver aggiornato i risultato delle ricerche. Ora verranno evidenziati i post su Google+ nelle SERP. Per i SEO diventa fondamentale essere social.
2011
2
Settembre
Google +1 su mobile
Maurizio Ceravolo
Continua l'avanzata del social plugin di google, il +1. Ora è visibile anche sui browser mobili di Android e iOs. Ma non ancora Windows Phone 7.
2011
14
Novembre
Prova in anteprima: il badge di Google+ ha dimensioni fisse
Maurizio Ceravolo
I badge sono uno strumento per aiutare i siti a fidelizzare i propri utenti sui social network. Quello di Google è poco versatile, ed ha una dimensione non modificabile.
2011
30
Giugno
Google+ (Plus): il social network di Google
Maurizio Ceravolo
Google vuole prendersi un pezzo del mercato dei social network. Ci proverà con Google+ innovando sulle mancanze di Facebook. I presupposti sono buoni.
2014
26
Febbraio
Domande e risposte sulla Local Search
Maurizio Ceravolo
Una intervista doppia con Luca Bove e Alessio Moretto sulla Local Search.


Archivio Mensile Blog
Tag Cloud
acquisizioni Apple Cost Accounting debito Facebook geek Geolocalizzazione Google Google+ humor innovazione Intel iPad marketing Programmazione SEO social network sql video Windows Phone 7
Ultimi Post
I migliori di oggi
Cosa è il Gorilla Glass  11 
Ebook gratuiti da Microsoft  11 
I più popolari del mese
Cosa è il Gorilla Glass  792 
Cosa significa SEO  723 
Top post
Cosa è il Gorilla Glass  53170