Blog
home > blog > La Brambilla copia Turisti a 4 zampe

Tag: animali, web, copia, sprechi, denaro pubblico, politica

La Brambilla copia Turisti a 4 zampe

Michela Vittoria Brambilla ha presentato un nuovo portale per animali, copia identica per contenuti, di un portale realizzato quando era Ministro del Turismo.
di Maurizio Ceravolo
Chi ci conosce, sa che noi di ideativi siamo animalisti convinti, nelle nostre case ci sono più animali che computer, ed il che è tutto dire. Per questo abbiamo deciso più di un anno fa di partecipare con entusiasmo al progetto JustDog.it, il portale con la geolocalizzazione nazionale di tutti i servizi e di tutte le strutture in Italia che accettano gli animali. In pratica un piccolo Google Maps per aiutare chi va in vacanza con il cane, di cui noi ideativi curiamo la parte tecnica.

Per questo motivo conosciamo molto bene tutti i servizi di questo tipo presenti su web.

Quattro giorni fa, abbiamo letto da più fonti la notizia di un nuovo portale nazionale dedicato ad elencare le strutture in Italia che permettono di andare in vacanza con il proprio animale domestico. La notizia ha avuto molto risalto ed è rimbalzata per agenzie di stampa ed ha avuto eco anche nei telegiornali nazionali.

Ben felici di nuove iniziative per gli animali domestici, per non dare scuse agli abbandoni estivi, siamo andati a vedere con molta curiosità il nuovo portale, chiamato Vacanze a 4 Zampe. Purtroppo il giorno del lancio mediatico non era funzionante ed abbiamo dovuto aspettare due giorni per vederlo on line.

Allo scaricamento della homepage, la curiosità è stata sostituita dallo stupore. Si, stupore perché questo nuovo portale è identico ad un'altro sito decisamente noto, Turisti a 4 Zampe. Guardate le testate:

Brambilla copia a 4 zampe
Turisti a 4 zampe vs Vacanze a 4 zampe (clicca per ingrandire)

È innegabile che le testate siano molto molto simili:
  • il logo è un fumetto,
  • in alto a destra l'editore del sito,
  • il nome e lo stile del nome è simile,
  • il sottotitolo è quasi identico,
  • la barra di navigazione è nello stesso stile,
  • ci sono delle immagini di cani che sfumano una dopo l'altra.
C'è un'unica sostanziale differenza, Turisti a 4 zampe è stato realizzato dal Ministero del Turismo nel 2010 e fa parte del tristemente noto portale del turismo italiano Italia.it (tristemente noto perchè ci sono voluti anni per la sua apertura e svariati milioni di euro, ben 100 in tre periodi diversi secondo wikipedia), mentre Vacanze a 4 zampe è stato creato dalla Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, che non è assolutamente un ente governativo.

Nell'homepage ci sono altre similitudini, proviamo a guardare il box di ricerca strutture:

Filtri di ricerca identici
Filtri di ricerca identici

Anche in questo caso, a parte una differente grafica abbiamo testi identici, come identici filtri, scritti nello stesso ordine non alfabetico (provate a guardare tutte le voci sotto tipologia).

Andiamo a vedere il piè di pagina:

4 Zampe confronto piè di pagina
Confronto dei piè di pagina

Ed anche i piè di pagina dei due siti sono molto simili, entrambi hanno come crediti alcune associazioni e federazioni turistiche, con un maggior numero sul nuovo Vacanza a 4 Zampe dove spiccano anche i loghi di Alitalia e Trenitalia (che abbiano fatto da sponsor?). Ovviamente su entrambi i footer ci tengono a precisare che Tutti i diritti sono riservati!

Sul nuovo portale c'è anche un divertente errore. Infatti il sito della Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente è http://www.nelcuore.org/, mentre nel footer si fa riferimento ad un altro sito http://www.nelcuore.it/, che non c'entra assolutamente nulla con la federazione.

Ad ulteriore conferma che stiamo parlando di una copia, oltretutto frettolosa ed imprecisa di Turisti a 4 Zampe, basta andare a guardare l'html della homepage. Guardate gli ALT delle immagini nello slideshow nella testata:

<img src="/images/stories/headers/estate1.jpg" alt="turisti a 4 zampe" /></a></li><li><a href="/."><img src="/images/stories/headers/estate3.jpg" alt="turisti a 4 zampe" /></a></li><li><a href="/."><img src="/images/stories/headers/estate4.jpg" alt="turisti a 4 zampe" /></a></li><li><a href="/."><img src="/images/stories/headers/estate5.jpg" alt="turisti a 4 zampe" /></a></li><li><a href="/."><img src="/images/stories/headers/estate6.jpg" alt="turisti a 4 zampe" /></a></li><li><a href="/."><img src="/images/stories/headers/estate7.jpg" alt="turisti a 4 zampe" /></a></li>
Le similitudini non finiscono qui. Entrambi i siti sono realizzati con joomla, l'html dell'head è uguale al 99% ed entrambi i siti hanno il patrocinio del Ministero della Salute. Obiettivamente la cosa inizia a puzzare, inizia ad assomigliare alla questione del logo del Ministero dell'Interno copiato.

Dimenticavo una cosa importante fra le similitudini. Turisti a 4 zampe era stato voluto nel 2010 dal Ministero del Turismo presieduto allora da Michela Vittoria Brambilla, che "casualmente" è anche presidente della Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente. Michela Vittoria Brambilla in questi ultimi tempi di campagne elettorali, è stata spesso alla ribalta come capofila nella lotta per la chiusura di Green Hill, l'allevamento di beagle per la vivisezione. Cosa di meglio se non cavalcare l'onda ambientalista?

Michela Vittoria Brambilla
Michela Vittoria Brambilla

Certo potrebbe sembrare strano che un politico presenti più volte lo stesso progetto rebrandizzato, come si vede negli skatch comici, eppure è così. Come possiamo leggere da questo comunicato sul sito del Governo Italiano (per chi vuole la riprova può leggere anche questo), Turisti a 4 zampe è stato ideato nel 2010 da Michela Vittoria Brambilla ed è un progetto governativo, pagato con i soldi dei contribuenti italiani.

Va bene e quindi? La parlamentare del PDL è presidente anche Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, ma magari non era a conoscenza di Vacanze a 4 Zampe, progetto portato avanti da qualcun altro nell'organizzazione. E invece no, dato che il 10 maggio alla conferenza stampa indetta a Palazzo Chigi (ma che c'entra visto che la Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente non è una organizzazione governativa) c'era proprio lei a presentare il "nuovo" progetto.


Conferenza stampa del portale Vacanze a 4 zampe

Alla conferenza stampa è anche presente il sottosegretario alla Salute Adelfio Elio Cardinale che loda l'ex ministro per il claim da lei coniato "Vacanze a 4 zampe" e dopo una decina di minuti di pippettone lascia la parola alla Brambilla, che presenta l'innovativo sito. A questo punto posso supporre solo due cose: o l'ex ministro soffre di amnesia o, senza alcun pudore, vuole prendere per il sedere gli italiani.

Ci sono tante domande che mi faccio.
  • La Brambilla vuole ergersi a paladina degli animali davanti agli occhi degli italiani, facendosi bella di qualcosa finanziato con i soldi degli italiani?
  • Pensa che nessuno si ricordi che il progetto sia lo stesso di quando era ministro?
  • Chi ha pagato la conferenza stampa a Palazzo Chigi, che in pratica è stato un suo spot elettorale?
  • Chi le ha dato i sorgenti ed il database di Turisti a 4 zampe, visto che è di proprietà dello stato? C'è stata una intrusione informatica o l'amministratore di sistema è stato compiacente a fornire all'ex ministro una copia di tutto il sito?
  • Come mai il governo italiano e l'attuale Ministro del Turismo invece di difendere l'investimento fatto (immagino non meno di svariate decine di migliaia di euro) hanno concesso alla Brambilla una importante vetrina per il suo spot elettorale? Che poi oltretutto è stata riproposta anche dai tg nazionali (Studio Aperto, Tg5 e Tg2).
Sicuramente non solo il codice sorgente è stato copiato, ma anche il database. Guardate la notevole somiglianza della pagina di iscrizione delle strutture:
Oppure delle pagine di descrizione delle singole strutture (notate l'id identico):
Se provate a cambiare l'ultimo numero (5435) in un numero che va da 1 a circa 5500, troverete in entrambi i siti le stesse strutture citate. Il progressivo di turisti a 4 zampe procede ad oltre 6000 mentre quello di vacanze a 4 zampe si ferma prima, indice del fatto che il database sia stato copiato (forse un paio di mesi fa) e quindi che entrambi i siti puntino allo stesso database.

Vacanze a 4 zampe è più limitato rispetto a turisti a 4 zampe, infatti in quest'ultimo troviamo anche diverse lingue, la sezione del veterinario e la sezione dell'avvocato. Ad esempio su turisti a 4 zampe c'è questo articolo di un veterinario http://turistia4zampe.it/index.php/it/il-veterinario-risponde/1199-unernia-ombelicale. Però curiosamente se copio l'indirizzo dopo il dominio e lo inserisco in vacanza a 4 zampe ecco che riappare l'articolo http://vacanzea4zampe.info/index.php/it/il-veterinario-risponde/1199-unernia-ombelicale, con la dicitura Turisti a 4 zampe.

Il veterinario di Turisti a 4 zampe risponde su Vacanze a 4 Zampe
Il veterinario di Turisti a 4 zampe risponde su Vacanze a 4 Zampe

La stessa cosa avviene con le news. Su Vacanze a 4 zampe il primo progressivo delle news disponibile è 1208, che corrisponde all'articolo sulla conferenza stampa a Palazzo Chigi: http://www.vacanzea4zampe.info/index.php/it/archivio-manif/1208-questa-mattina-a-palazzo-chigi-la-presentazione-di-qvacanze-a-quattro-zampeq.

E se proviamo a cambiare il progressivo della news ad esempio mettiamo 1207, che succede? Ecco che appare un articolo http://www.vacanzea4zampe.info/index.php/it/archivio-manif/1207-questa-mattina-a-palazzo-chigi-la-presentazione-di-qvacanze-a-quattro-zampeq. pubblicato poco che cadesse il governo Berlusconi, e dedicato alla vicenda del cane sepolto vivo dal padrone. Questo sta anche a significare che dopo il cambio di governo le news di Turisti a 4 Zampe non sono più state aggiornate. Che significhi forse che qualcuno voglia far morire questo sito pubblico per spingere quello della Brambilla? Altra cosa curiosa che ora su Turisti a 4 Zampe l'ultima news pubblicata ha progressivo 507, riportando notizie di oltre un anno fa, come l'uccisione di due guardie zoofile ed il disastro ambientale del golfo del Messico. Come mai qualcuno ha fatto un repulisti di tutte queste news, cercando di anticipare di oltre un anno la data di inattività?

Il bello dell'uso di internet è che cercando in profondità si scoprono tante cose. Ad esempio che Turisti a 4 zampe è registrato a nome dell'Unit di missione per il rilancio dell'immagine dell'italia - Dipartimento del turismo (Whois del dominio) mentre Vacanze a 4 Zampe è intestato a nome di Michela Vittoria Brambilla (Whois del dominio).

Ed inoltre fanno redirect verso Vacanze a 4 Zampe i seguenti domini (intestati alla Brambilla):
Il sito Promotori delle libertà come riportato dalla biografia della Brambilla su Wikipedia è un movimento politico associato al PDL ed è stato riciclato a quanto pare alla causa animalista, ma che come possiamo vedere dall'Internet Archive, prima era ben diverso.
La stessa cosa si può dire per il Leida, sito della Lega Italiana Difesa Animali, sempre fondata dalla stessa Brambilla, secondo Internet Archive, anche questo era diverso. Oltretutto la Leida, secondo Wikipedia, ha avuto la gestione di un canile a Lecco, senza alcun appalto, prendendo oltre 500 mila euro e senza comunque fare buon lavoro, visto che è stato definito da questo articolo del Fatto Quotidiano un canile lager. Ma come la Brambilla predica bene e razzola male? Si fa vedere in televisione con cagnolini in mano, invocando la civiltà per gli animali, e poi con un budget di oltre 500 mila euro fa rimanere nel degrado un canile pubblico?

Una ultima considerazione, sulla metodologia di assegnazione di fondi pubblici. Come già detto, su Wikipedia, c'è scritto che non c'è stato appalto per la gestione del canile di Lecco. Sempre cercando su Internet, ho scoperto che Turisti a 4 Zampe, Vacanza a 4 Zampe, il sito ufficiale della Brambilla, il sito della Leida (si vede con un link sul Footer), il sito dei Promotori della Libertà, sono tutti stati fatti dalla stessa azienda, Viamatica. Nel portfolio della stessa azienda, nel momento in cui scrivo sono riportati Vacanze a 4 Zampe, il sito della Brambilla e quello dei Promotori delle libertà. Il fatto che Viamatica abbia realizzato Turisti a 4 Zampe è riportato in questo articolo di Dagospia, in cui viene descritto il budget milionario del dipartimento che ha lanciato Turisti a 4 zampe, e in cui si riporta che il proprietario di Viamatica è consulente della Brambilla.

Viamatica, nel suo portfolio, ha 5 siti (ed ha curato l'aspetto web delle iniziative della Brambilla), e solo uno nel pubblico (Turisti a 4 Zampe). Viene da domandarmi se abbia passato una regolare gara di appalto per la realizzazione di Turisti a 4 Zampe o se ci sia stata una via preferenziale dovuta alla conoscenza del ministro. Ed anche vorrei tanto sapere quanto è costato questo sito, visti i budget milionari riportati da Dagospia.

Penso che tutte queste domande le rivolgerò direttamente alla Brambilla sul suo sito, visto che secondo Google, questa è la pagina del Scrivimi.

Ops, anche il sito ufficiale di Michela Vittoria Brambilla ora fa redirect su Vacanze a 4 Zampe (anche se prima non era così). A questo punto l'unico modo perchè l'ex ministro risponda alle domande, è che la questione rimbalzi per un po' sul web. Che dite di ricondividere questo post con i vostri amici?

EDIT (15/05/2012): dopo questo articolo, il sito Turisti a 4 Zampe è stato messo off line per un giorno. Pare che siano stati ripuliti tutti i link che avevo segnalato nell'articolo che portavano a riferimenti diretti a Turisti a 4 Zampe. Ora quei link portano ad errori 404. Direi che avevamo colto nel segno.
Post correlati
2013
15
Aprile
Intervista con un veterinario: il dottor Alberto Franchi
Maurizio Ceravolo
Andiamo dall'altra parte della barricata. Uno scambio di pareri con un professionista per il quale il web è solo uno strumento e non il lavoro.
2011
31
Agosto
Angry Birds nelle rivoluzioni di Tunisia, Egitto e Libia
Maurizio Ceravolo
Il desiderio di libertà delle popolazioni del nord Africa spinte dai cinguettii di Twitter viste con gli occhi di Angry Birds, il casual game più famoso del mondo.
2014
24
Luglio
I siti con i domini più buffi, equivoci ed infelici
Maurizio Ceravolo
Post semi serio, con 170 nomi di domini esilaranti e qualche considerazione più seria su naming e branding.
2015
23
Ottobre
I 566 blog dei professionisti web italiani
Maurizio Ceravolo
Per le mie ricerche ho raccolto 566 blog italiani di professionisti del web. Ne vorrei raccogliere altri. Mi compili il modulo, inserendo il tuo?
2011
7
Febbraio
Cosa è Agenda Digitale
Maurizio Ceravolo
In questi giorni i media parlano di Agenda Digitale, iniziativa nata per smuovere la politica sulle questioni dello sviluppo tecnologico italiano. Analizziamo di cosa si tratta.


Archivio Mensile Blog
Tag Cloud
Apple comunicazione Dualboot Facebook geek Google Google+ HTC humor innovazione iPad iPhone marketing Microsoft mobile social network utility video videogiochi Windows Phone
Ultimi Post
I migliori di oggi
I più popolari del mese
Top post