Blog
home > blog > Microsoft Windows Server e Zend Server: angeli e demoni insieme

Tag: Microsoft, php

Microsoft Windows Server e Zend Server: angeli e demoni insieme

Il 2 dicembre un evento per esperti IT per spiegare come portare applicazioni PHP su piattaforme basate su sistemi operativi Microsoft.
di Maurizio Ceravolo
Ho ricevuto oggi una mail dalle tante newsletter Microsoft a cui sono iscritto. L'oggetto era il seguente:

INVITO: Microsoft Windows Server e Zend Server per applicazioni PHP a livello Enterprise

10 secondi di smarrimento da parte mia. Il primo pensiero è che si tratta di uno spam. Poi vedo il mittente MSDN Italia. Leggo il contenuto della mail. È tutto vero. Microsoft Italia in collaborazione con Zend Technologies propone una conferenza su come usare Zend Server su sistemi operativi Microsoft, per realizzare applicazioni PHP a livello enterprise.

La cosa mi stupisce un po'. Ma .net? Sono anni che lo sponsorizzano, che ad ogni conferenza ci ripetono quanto è bello! Ed ora?

Riprendiamo a pensare razionalmente. E partiamo da un postulato. .net è sempre bello, non è cambiato nulla. :-) (scusate sono un po' di parte)

Giustamente ci sta un mondo di applicazioni web based (attenzione applicazioni non siti) basati su PHP. Se una organizzazione funziona su software basato su php o su una qualunque tecnologia, passare ad una completamente diversa è una cosa molto onerosa. Riscrivere da capo un'applicazione, ritestarla, importare dati non più completamente compatibili, inceppare il funzionamento di un'azienda per diversi mesi in modo che le persone si abituino ad usare il nuovo sistema e vengano risolti tutti i bachi. E più l'organizzazione è grossa, più l'applicazione è complessa, più i tempi sono lunghi (ho visto in una multinazionale in cui ho lavorato dover attendere 6 mesi per aggiungere una colonna in un elenco di dati).

Quindi nella maggior parte dei casi la dirigenza decide di continuare, giustamente, con la tecnologia attuale, con delle limitazioni, non ritenendo sufficienti i vantaggi a controbilanciare gli oneri.

E quindi, Microsoft ha pensato bene, se non mi posso prendere la parte dell'applicazione, posso fargli vedere che l'applicazione php gira meglio sui loro sistemi operativi e mi accordo con produttore del principale motore PHP, la Zend.

Se non li puoi combattere, fatteli amici. :-)

L'evento è gratuito e si svolge a Milano il 2 dicembre 2010. Per chi è interessato ecco un estratto della mail.

L’evento è dedicato alle novità di Windows Server 2008 R2, in particolare di Internet Information Server  7.5, il server web nativamente presente su Windows Server e Windows 7, pensato per architetture Enterprise e per offrire il massimo ad applicazioni PHP e del nuovo Zend Server, l’application server professionale per applicazioni web di livello Enterprise. 

Agenda dell’evento:
09.30-10.00: Keynote e benvenuto: Elena M. Brambilla e Pietro Brambati
10.00-10.45: PHP and IIS on Windows: Architecture, Performance, Reliability and Management: Giorgio Malusardi 
10.45-11.30: PHP and IIS on Windows: more Performance and Data Access: Pietro Brambati 
11.30-11.45: break
11.45-12.30: Zend Server: Elena M. Brambilla 
12.30-13.15: Zend Server in Action: Enrico Zimuel 
13.15-13.45: La comunità italiana di PHP, un'opportunità per il business: Francesco Fullone

Per ulteriori informazioni vi rimando al sito della Microsoft (link modificato nella cache di Google, perchè dopo l'evento la pagina non è più disponibile).
Post correlati
2011
12
Luglio
Microsoft: un miliardo di dollari da Android
Maurizio Ceravolo
Il sistema operativo mobile di Google, Android, si sta rivelando un affare per Microsoft, con cui arriverà a fatturare un miliardo di dollari l'anno.
2011
1
Settembre
La casa del futuro di Microsoft
Maurizio Ceravolo
Microsoft ci apre di nuovo le porte, con un video, alla sua casa digitale, il progetto di ricerca di domotica.
2012
10
Aprile
Microsoft compra Netscape per un miliardo di dollari
Maurizio Ceravolo
Netscape è morto da anni, ma i suoi brevetti fanno gola. Microsoft acquista 800 brevetti di Netscape da Aol. La guerra dei brevetti si fa più accesa.
2010
29
Novembre
Make Facebook Home: prove tecniche di motore di ricerca?
Maurizio Ceravolo
Facebook sta effettuando un test con 500 mila utenti, invitandoli a scegliere come homepage la propria pagina sul social network. Si profila un futuro da motore di ricerca?
2010
28
Ottobre
Ripristinare un backup su una versione precedente di SQL Server
Maurizio Ceravolo
Microsoft impedisce di ripristinare un backup creato con una versione successiva di SQL Server. Esaminiamo un workaround per aggirare il problema.


Archivio Mensile Blog
Tag Cloud
Apple crimine CSS domain troll evoluzionismo digitale Facebook finanza geek Google Google+ humor innovazione iPhone Microsoft relazioni social network social plugin tip video videogiochi
Ultimi Post
I migliori di oggi
I più popolari del mese
Top post