Blog
home > blog > Perché è utile misurare le interazioni su Google+

Tag: Google+, social network, Google

Perché è utile misurare le interazioni su Google+

Gestire il proprio personal brand o la pagina Google+ della propria azienda significa mettere in atto una strategia. Per lavorare al meglio servono, però, degli strumenti di analisi.
di Maurizio Ceravolo
Per gestire al meglio una pagina o un profilo personale - magari per ragioni di personal branding - su un social network non ci basta semplicemente utilizzarlo, ma dobbiamo avere una strategia ben precisa, monitorare la nostra crescita e le interazioni che riceviamo.

Tutto questo può sembrare banale, ma non è così.

I nostri utenti possono essere più attivi il weekend o alle 10 di mattina, magari il lunedì commentano di più e il giovedì condividono maggiormente.
Nel tempo possiamo aver apportato alcune modifiche alla nostra strategia, magari prima pubblicavamo 3 post tutti di mattina, ora uno alla mattina, uno al pomeriggio e uno alle sera.

Come facciamo a sapere quando ci conviene postare un post che vogliamo venga condiviso o quando ci è più conveniente postare perché il maggior numero di utenti interagiscono?

Possiamo analizzare uno a uno tutti i post, segnarci i dati nel nostro foglio excel ed elaborarli, magari risalendo a quelli vecchi.

Oppure possiamo utilizzare il sito www.plusocialstat.com, che ci permette di monitorare una o più pagine/profili.

plusocialstat

Possiamo controllare la crescita della nostra pagina o quella del competitor, magari ha cambiato strategia ed ottiene risultati migliori dei nostri.

Dai grafici a disposizione possiamo ricavare le interazioni medie, per un periodo di nostra scelta, oppure il numero di post che pubblichiamo ogni giorno, le interazioni come i +1, i commenti e le condivisioni che riceviamo ogni giorno, possiamo inoltre controllare ogni ora della settimana. Possiamo accorgerci che i post che pubblichiamo alle 2 del pomeriggio sono quelle che ricevono il maggior numero di interazioni.

Allora perché aspettare?
Post correlati
2011
18
Luglio
Angry Google
Maurizio Ceravolo
Cosa succede se si prova rappresentare la guerra dei social network nel mondo di Angry Bird? Il risultanto è esilarante.
2011
30
Dicembre
Telefonate nei videoritrovi di Google+
Maurizio Ceravolo
Google procede nell'integrazione dei suoi prodotti, per potenziare Google+, strizzando sempre più l'occhio al business. Adesso Google Voice negli Hangout.
2011
20
Luglio
Mark Zuckerberg: é lui o non è lui?
Maurizio Ceravolo
Su Google+ è apparso un account a nome di Mark Zuckerberg, il fondatore e CEO di Facebook. Verità o fake. Proviamo ad indagare.
2012
24
Febbraio
Google+: aggiornamento al +1 e al badge
Maurizio Ceravolo
Google+ Platform Preview ha annunciato due aggiornamenti per i social plugin del social network di Google, il +1 e il Google+ badge.
2013
23
Ottobre
Google+ città di egocentrici e tediosi, non fantasma
Maurizio Ceravolo
Un viaggio nell'analisi dei follower ci svela diversi comportamenti inaspettati. E ci permette di vedere come viene vissuto Google+ dagli utenti.


Archivio Mensile Blog
Tag Cloud
Apple avatar crimine evoluzionismo digitale Facebook film finanza geek Google Google+ innovazione lab marketing Microsoft social network social plugin video viral Windows Phone 7 YouTube
Ultimi Post
I migliori di oggi
I più popolari del mese
Top post
Cosa è il Gorilla Glass  61743