Blog
home > blog > Il +1 di Google ha fallito?

Tag: Google+, social network, Google, +1, social plugin

Il +1 di Google ha fallito?

Il social plugin di Google, il +1 ormai circola per il web da un anno e mezzo. È ora di trarre qualche conclusione, a seguito di un cambiamento operato da Google.
di Maurizio Ceravolo
Chi mi legge di solito (anzi chi mi leggeva, visto che negli ultimi 3 mesi sono stato decisamente poco attivo su questo blog) sa che credo molto in Google+. È il mio social network preferito, anzi è l'unico che uso veramente.

Twitter mi va decisamente stretto, non mi piace comunicare per sms. Se dico una cosa, mi piace spiegarla e magari avere un contraddittorio con più persone.

Facebook ormai è il trionfo delle amenità, è pieno di spam e di cose poco attinenti ai miei interessi.

Google+ invece permette di scegliere chi seguire in base agli interessi, ha una buona gestione della privacy, si intavolano discussioni interessati e grandissimi scambi di idee. Quindi per me è il posto adatto.

Ma anche se Google+ è il mio preferito, non significa che sia un fanboy, anzi se c'è da criticare, critico, perchè può essere un'occasione per migliorare il social network di Google.

La mia attenzione oggi è focalizzata sul +1. Un anno fa, ne avevo parlato in maniera entusiastica, per la sua possibilità di fare tesoro, ovvero la possibilità di vedere i suoi effetti anche molto tempo dopo l'evento. Faccio un esempio. Se faccio like su questo articolo, il suo effetto di condivisione sarà limitato a poche ore, passato questo tempo, la sua notifica scomparirà dalle bacheche dei miei amici e non potrà più essere cliccata da nessuno. Il +1, oltre alla condivisione su Google+, permette di condizionare le SERP dei miei amici, quando fanno ricerche su parole chiave che coinvolgono articoli o pagine su cui ho fatto il +1. Per questo ho paragonato il +1 a una formica ed il like alla cicala.

Questo almeno in teoria. In pratica ci sono due fatti che mi fanno pensare, che, almeno, per adesso, il +1 non abbia raggiunto il suo scopo.

Prima di tutto, sulla SERP stessa, per qualunque risultato è scomparso il +1. Si, perché nel caso non ve ne foste accorti, prima era possibile dare un +1 a qualsiasi risultato della SERP. Prima però.

Da qualche settimana, in SERP è sparito il +1 ed ora è presente il condividi (su Google+)

Secondo aspetto. Sui Google Webmaster Tools è possibile monitorare come i +1 condizionino la SERP. Ecco come appare il grafico per un sito che ha raccolto migliaia di +1 da centinaia di utenti diversi in oltre un anno.

+1 in SERP
Andamento del +1 in SERP

In pratica dopo tutto questo tempo, il +1 riesce a condizionare una SERP su centomila circa. Direi un po' pochino. Il +1 è una formichina che nasconde i suoi tesori troppo bene per essere trovati. O più precisamente forse, ci sono ancora troppe poche formichine al mondo. Il principio pensato da Google è buono, ma funziona se si supera una massa critica di utenti, cosa che a quanto pare Google non è riuscita ad ottenere dopo un'anno e mezzo. E per questo ha deciso un profondo cambiamento di rotta sui +1 in SERP, trasformandoli in condividi. A quanto pare gli utenti non lo utilizzavano.

E quindi il +1 sta diventando sempre più uno strumento di condivisione, abbandonando la sua filosofia iniziale. E quindi sono portato a pensare che il +1 sia un fallimento per come era stato pensato inizialmente.
Post correlati
2011
25
Agosto
Google +1 ora condivide
Maurizio Ceravolo
Nuova importante modifica per il +1 di Google. Ora è possibile condividere con gli amici. Prende il meglio di Like e Send di Facebook e li migliora. Google all'attacco.
2011
2
Settembre
Google +1 su mobile
Maurizio Ceravolo
Continua l'avanzata del social plugin di google, il +1. Ora è visibile anche sui browser mobili di Android e iOs. Ma non ancora Windows Phone 7.
2013
25
Settembre
Badge Google+ for People, Popup non documentato
Maurizio Ceravolo
Casualmente abbiamo scoperto una funzione non documentata del +1, che permette di arricchire i post dei propri blog con riferimenti a profili Google+
2011
14
Novembre
Prova in anteprima: il badge di Google+ ha dimensioni fisse
Maurizio Ceravolo
I badge sono uno strumento per aiutare i siti a fidelizzare i propri utenti sui social network. Quello di Google è poco versatile, ed ha una dimensione non modificabile.
2012
16
Aprile
Google aggiorna il codice di +1 e badge
Maurizio Ceravolo
Google ha annunciato sulla Google+ Platform Preview di aver rilasciato un aggiornamento sul codice dei suoi social plugin, il +1 e il badge.


Archivio Mensile Blog
Tag Cloud
Apple branding evoluzionismo digitale Facebook finanza geek Geolocalizzazione Google Google+ humor innovazione iPhone Microsoft Motori di ricerca privacy relazioni sintesi vocale social network TSQL video
Ultimi Post
I migliori di oggi
I più popolari del mese
Top post