Blog
home > blog > Computer, programmatori ed hacker visti dai film

Tag: film, humor, geek

Computer, programmatori ed hacker visti dai film

Il mondo dell'IT suscita molto fascino nell'immaginario collettivo e questo porta ad una visione "un po'" distorta nei film. Vediamo alcuni esempi di come siamo visti.
di Maurizio Ceravolo
Alcuni anni fa un amico mi mandò un file con un po' di stupidaggini di film su computer, programmatori ed hacker. Mi è passato sotto mano ieri, e lo voglio condividere qui sul blog. Lo trovo molto attuale. :-)

  • Gli elaboratori di testo non mostrano mai un cursore;
  • Non viene mai usata la barra spaziatrice quando si scrivono frasi anche lunghe;
  • Qualsiasi monitor mostra caratteri alti almeno un pollice;
  • Le informazioni più importanti vengono mostrate in una finestra a parte giusto nel centro dello schermo, ma non c’è mai un bottone di OK o un qualsiasi altro modo per sbarazzarsene;
  • I computer più avanzati, tipo quelli utilizzati dalla NASA, dalla CIA, o da qualche istituzione governativa, avranno sempre delle interfacce grafiche di facile comprensione. Quelli che non hanno un’interfaccia grafica, possiedono delle shell testuali estremamente potenti che possono interpretare ed eseguire correttamente i comandi scritti nella lingua originale del film;
  • Corollario: potete accedere a qualsiasi informazione di vostro gradimento semplicemente digitando “ACCEDI AI FILE SEGRETI” sulla tastiera;
  • Allo stesso modo, potete infettare un computer con un virus distruttivo, semplicemente scrivendo “CARICA IL VIRUS” (vedi il film “Fortress”);
  • Tutti i computer sono connessi. Potete accedere alle informazioni contenute nel desktop di un tipo, anche se il computer è spento.
  • I computer potenti fanno sempre “beep” quando premete un tasto o quando cambia una schermata. Alcuni computer, inoltre, rallentano la visualizzazione delle informazioni in modo da non andare più velocemente di quanto voi siate in grado di leggere.
  • Quelli davvero più avanzati possono anche emulare il suono di una stampante ad aghi. (vedi “Caccia a Ottobre Rosso” o “Alien”);
  • Tutti i pannelli di un computer sono attraversati da migliaia di volt e da punti luminosi appena sotto la superficie. I malfunzionamenti sono indicati da bagliore improvviso, una nuvoletta di fumo, una doccia di scintille e un’esplosione che vi costringe a indietreggiare;
  • Corollario: inviare dei dati a un modem/streamer/stampante più velocemente di quanto questi si aspettino li farà esplodere;
  • Se smettete di scrivere al computer e ve ne andati, questo si spegnerà facendovi perdere tutti i dati (date un’occhiata ai crediti iniziali di “Caccia a Ottobre Rosso”);
  • Un hacker è sempre in grado di procurarsi il computer più sensibile al mondo prima di introdursi in un sistema e di indovinare la password segreta in due tentativi;
  • Qualsiasi errore di PERMESSO NEGATO ha una funzione di CONTROLLO MANUALE che può risolvere il problema (vedi “Demolition man” e un numero infinto di altri film);
  • Calcoli complessi e il caricamento di grandi quantità di dati verranno sempre eseguiti in tre secondi. I modem usati nei film (specialmente quelli wireless che bisogna utilizzare quando si è in macchina) di solito sembrano traspettere i dati alla velocità di due GigaByte al secondo;
  • Quando la centrale di energia/sito missilistico/o qualsiasi altra cosa, va in surriscaldamento, tutti i pannelli di controllo esploderanno insieme a tutto l’edificio;
  • Se un disco contiene dati criptati vi verrà automaticamente chiesta una password appena cercherete di accedervi;
  • Non importa di quale tipo di disco si tratti, sarà leggibile da qualsiasi sistema al quale lo colleghiate. Tutti i programmi saranno utilizzabili da qualsiasi tipo di computer (vedi “Indipendence Day”);
  • Più è sofisticato l’apparecchio, più bottoni si ritrova ad avere (vedi “Aliens”). Tuttavia, tutti quanti devono essere stati istruiti a puntino, visto che su nessun tasto appare l’ombra di un’etichetta ;
  • La maggior parte dei computer, non importa quanto siano piccoli, sono in grado di produrre animazioni grafiche tridimensionali estremamente realistiche, a partire dai pochi dettagli inseriti dall’utente. Basta anche non indicare alcunché, fanno tutto loro.
  • I portatili, per qualche strana ragione, sembrano sempre avere delle capacità da video telefono assurde, unite alla potenza di calcolo di un CRAY;
  • Tutte le volte che un personaggio guarda lo schermo, l’immagini è talmente brillante che riflette sul suo volto (vedi “Alien”, “2001″, “Jurassic Park”);
  • In ogni caso, quando si tratta di far funzionare un nuovo computer di tipo sperimentale, sono necessari la Scala di Jacob (avete presente quegli archi voltaici che salgono rincorrendosi fra due aste?) o il Generatore di Van Der Graaf, anche se questi apparecchi non servono a niente nella vita reale.
  • Chiunque può impartire un qualsiasi insieme complesso di comandi premendo pochi tasti (vedi “Star Trek”);
  • Nei film, internet è in grado di collegarvi a qualsiasi cosa. Potete modificare i dati relativi a un conto bancario, cercare all’interno del registro di un hotel, esaminare gli archivi criminali della polizia, cercare (e apportare modifiche) all’interno del database delle patenti di guida, modificare i dati sanitari e molto, molto di più, semplicemente usando internet! (vedi “The Net”) ;
  • Distruggere un monitor inibisce il funzionamento dell’intero sistema (vedi “Speed”);
  • Potete lanciare missili nucleari da qualsiasi stanza da letto semplicemente utilizzando un modem analogico, ma solo se conoscete l’unica password di accesso (vedi “War Games);

A questo file, mi permetto di dare il mio contributo personale.

  • Tutti i programmatori ed hacker scrivono codice e decriptano password ad una velocità pazzesca, senza mai commettere un errore di battitura.
  • Corollario: i tasti delle tastiere sono rinforzate con ammortizzatori di auto da rally per poter superare i colpi che subiscono con quella forza e velocità.
  • I programmatori scrivono centinaia di righe di codice senza bisogno di fare un debug o un test.
  • Le postazioni di lavoro sono bellissime, anche se poi sono di una funzionalità nulla. (vedi in monitor del protagonista di "Codice Swordfish").

Tutto questo comporta anche certi preconcetti da parte di alcuni clienti. Dato che i programmatori hanno possibilità quasi divine nei film, a volte pare impossibile ricevere una stima di alcuni mesi-uomo di lavoro per un progetto.

Anche perchè nei film sono capaci anche di fare questo:

 
Codice Swordfish

Post correlati
2011
2
Agosto
The Social Network 2
Maurizio Ceravolo
Il seguito di The Social Network con Philip Seymour Hoffman. La locandina afferma che farà sembrare il primo film terribile come MySpace.
2011
26
Settembre
Il backstage di Angry Birds
Maurizio Ceravolo
Per comunicare l'arrivo di Angry Birds anche sul Chrome Store, i creatori del gioco degli uccelli arrabbiati, hanno pensato ad backstage a loro modo.
2011
8
Febbraio
Vorrei essere un ingegnere
Maurizio Ceravolo
Diventare un ingegnere è il sogno di molti ragazzi. Uno di loro ha fatta la canzone più nerd del mondo su questo desiderio.
2011
7
Febbraio
Il Kamasutra del PC Desktop
Maurizio Ceravolo
Dopo il kamasutra del portatile, per par condicio, vediamo il kamasutra del PC Desktop. Sempre per veri geek.
2011
1
Aprile
5 scherzi informatici da fare ai colleghi
Maurizio Ceravolo
Come si sa gli informatici hanno uno spiccato senso dell'umorismo. Cosa di meglio di qualche scherzo da fare ai computer dei colleghi per il primo di aprile?


Archivio Mensile Blog
Tag Cloud
analisi Apple Facebook fisica geek Geolocalizzazione Google Google+ humor innovazione marketing Microsoft mobile Motori di ricerca My Space social network USA video voip Windows Phone 7
Ultimi Post
I migliori di oggi
I più popolari del mese
Top post