Blog
home > blog > Ricerche su Google ed andamento di Borsa

Tag: Google, borsa, innovazione, Google Trends

Ricerche su Google ed andamento di Borsa

Uno studio in una università tedesca rivela una correlazione fra le ricerche su Google ed il valore delle azioni in borsa. Si preannuncia un nuovo strumento per prevedere i trend finanziari?
di Maurizio Ceravolo
Google è forse l'entità che memorizza più informazioni al mondo. L'enorme mole di queste informazioni può essere usata nei modi più disparati. Anche in ambito economico.

Google ha sviluppato il "Google prices index", un indicatore dell'inflazione basandosi su milioni di rilevazioni su siti di e-commerce. A differenza dei tradizionali indici, quello di Google ha il pregio di essere giornaliero, contando su miliardi di dati che vengono aggiornati in ogni momento. Gli indici tradizionali, basandosi su rilevazioni sul territorio, generalmente sono su base mensile e con alcune settimane di ritardo.

Per adesso questo indice non è pubblicato, ma è probabile che in futuro il colosso di Mountain View decida di entrare anche nel business delle analisi finanziarie.

Senza aspettare quel giorno, ognuno può usare i dati andando a studiarsi Google Trends. In una università tedesca hanno rilevato una correlazione fra il numero di ricerche del nome di una società su Google ed il valore delle sue azioni. Tanto più numerose sono le ricerche, tanto più alto è il valore dell'azione. Secondo questa correlazione dalla diminuzione delle ricerche su una azienda si può prevedere un calo di borsa e viceversa dall'aumento si può anticipare un prossimo incremento di valore delle azioni.

Per ulteriori dettagli ed una spiegazione più precisa vi rimando al post del blog Stukhtra dal quale ho appreso la notizia.
Post correlati
2010
14
Dicembre
Nuova funzionalità su Google: Google Answers?
Maurizio Ceravolo
Casualmente ho scoperto una nuova funzionalità sulla versione inglese di Google. Non ne conosco il nome, però sembra in grado di rispondere alle domande degli utenti.
2011
28
Ottobre
Google+: Post popolari, Ripples e Foto editing
Maurizio Ceravolo
Sviluppo a ritmo serrato, su Google+. Due nuove funzioni orientate agli utenti (una in competizione con Instagram?) ed una che strizza l'occhio alle aziende ed al marketing.
2010
23
Dicembre
Se la natività fosse ai giorni nostri.
Maurizio Ceravolo
Se Gesù fosse nato nel 2010 invece che due millenni fa, come sarebbero andate le cose? Un divertente video ce lo spiega. Buon Natale a tutti.
2011
22
Agosto
Con Google+ (Plus) la ricerca di Google si fa (più) social
Maurizio Ceravolo
Google ha annunciato di aver aggiornato i risultato delle ricerche. Ora verranno evidenziati i post su Google+ nelle SERP. Per i SEO diventa fondamentale essere social.
2012
9
Marzo
Sentiment Analisys con le Google Prediction API
Maurizio Ceravolo
Google ha strumenti per l'analisi semantica dei testi molto avanzati. Le Prediction API, ci permettono di innovare le nostre applicazioni. La Sentiment Analisys è un esempio.


Archivio Mensile Blog
Tag Cloud
anime Apple Facebook finanza geek Geolocalizzazione Google Google News Google+ humor innovazione iPhone iPod Microsoft Programmazione realtà aumentata relazioni social network social plugin video
Ultimi Post
I migliori di oggi
I più popolari del mese
Top post