Blog
home > blog > Facebook: la geografia dell'amicizia

Tag: Facebook, social network, analisi, infografica

Facebook: la geografia dell'amicizia

Facebook ha rilasciato una infografica che descrive sul mappamondo la geografia delle amicizie. Il social network è fortissimo su USA e Europa, mentre manca in Cina e in Russia.
di Maurizio Ceravolo
Facebook ha rilasciato con una nota ufficiale, una mappa che rappresenta le connessioni fra le amicizie di tutto il mondo. Il risultato è molto interessante, oltre che esteticamente molto bello (almeno ad un occhio geek).

Geografia delle amicizie su facebook
Mappa delle amicizie di Facebook (fonte Facebook)

Cliccando sull'immagine è possibile scaricare la versione ad alta risoluzione. E potete vedere il mondo visto da Facebook in tutto il suo splendore.

Il mondo di Facebook non corrisponde al mondo fisico. I 500 milioni di amici di Zuckerberg non sono disposti uniformente in tutto il mondo. Si può vedere che il massimo della diffusione è in Nord America (dove una pagina su quattro è sua) e in Europa, Italia compresa. Come si vede l'Africa e tutto il nord dell'Asia sono scoperte. Anche il Giappone e metà Australia non sono raggiunte.

E' molto interessante il racconto dell'ingegnere su come ha costruito questa immagine e gli step che ha seguito per ottenerla.

E' partito dal foglio bianco, o meglio da un'immagine nera, con una estrazione di 10 milioni di amici dal database del social network e li ha analizzati con un software statistico open-source chiamato R. Usando la longitudine e la latitudine di questi amici ha provato a disegnare una prima immagine, sulla quale si delineavano i continenti, facendo corrispondere un punto ad ogni persona.

Successivamente ha eliminato i punti e collegato le persone tramite le amicizie usando delle linee. E questo ha creato una macchia bianca al centro dell'immagine. A questo punto ha deciso di rendere le linee semi trasparenti cambiando il grado di trasparenza in base alla distanza euclidea fra i due estremi della linea ed al numero di amicizie presenti fra i due estremi.

E magia. L'immagine ha preso forma, e sono apparsi non solo le forme dei continenti, ma anche alcuni confini politici. Che però invece delle separazioni fra le nazioni, rappresentano le relazioni personali fra le persone. Dato che ogni linea rappresenta un'amicizia.

Per finire ha sostituito le linee con delle curve chiamate Distanza Ortodromica, che rappresentano la linee più breve per collegare due punti. A vedere l'immagine non sembrerebbe però occorre considerare una cosa. Una mappa geografica è una immagine bidimensionare che rappresenta la superficie di una sfera. Per fare questa trasformazione, occorre deformare l'immagine. Nella maggior pare dei casi si una una "deformazione" che prende il nome di proiezione di Mercatore. In base a questa proiezione, più ci si allontana dall'equatore più gli oggetti diventano grandi. In base a questo la Groenlandia è grande quasi quanto l'Africa e l'Alaska quanto il Brasile. Mentre in verità sono molto più piccolo. Ecco il motivo per cui la distanza più breve non è una retta, ma una curva, proprio perchè l'immagine è deformata.

Post correlati
2011
9
Febbraio
I numeri di Facebook
Maurizio Ceravolo
Una infografica che rappresenta tutti i numeri del 2010 del colosso dei social network. In una sola parola. Impressionante.
2010
17
Dicembre
Facebook: il tempo dell'amore
Maurizio Ceravolo
Il re dei social network permette di scoprire informazioni interessanti dal punto di vista sociologico. In questo caso in che periodi è più facile che finisca un amore.
2011
27
Aprile
Facebook e le emozioni perdute
Stefano Manto
Qualche riflessione per vedere da un punto di vista diverso quanto e come sta cambiando l'approccio sociale con l'avvento di Facebook
2010
16
Novembre
Facebook Mail: un aggregatore di comunicazione
Maurizio Ceravolo
Non è una mail dice Zuckerberg, è un aggregatore di comunicazioni. Però le perplessità su privacy e spam rimangono.
2011
11
Luglio
Facebook: colloquio di lavoro nel bosco con Zuckerberg
Maurizio Ceravolo
Il New York Times ha rivelato che Zuckerberg effettua i colloqui in maniera particolare, non dietro una scrivania, ma con una passeggiata nei boschi di Palo Alto.


Archivio Mensile Blog
Tag Cloud
+1 Apple Facebook framework geek Geolocalizzazione Google Google+ humor innovazione local search marketing Microsoft Motori di ricerca Programmazione relazioni SEO social network vetro video
Ultimi Post
I migliori di oggi
I più popolari del mese
Top post