Blog
home > blog > Facebook: il tempo dell'amore

Tag: Facebook, social network, relazioni

Facebook: il tempo dell'amore

Il re dei social network permette di scoprire informazioni interessanti dal punto di vista sociologico. In questo caso in che periodi è più facile che finisca un amore.
di Maurizio Ceravolo
Ho trovato questo grafico che è generato a partire dai cambi di stato sentimentale su Facebook.

Facebook grafico della fine dell'amore
Grafico della fine dell'amore durante l'anno (cliccare per ingrandire)

Un sociologo, se potesse avere a disposizione, il database di Facebook, si sentirebbe come un bambino chiuso in una fabbrica di cioccolata. Un numero di dati infinitamente superiore a qualsiasi sondaggio o statistica che potrebbe realizzare nella sua vita.

Il grafico in questione ci permette di capire in quali periodi dell'anno è più facile che ci sia la rottura di un rapporto. Vediamo che ci sono quttro picchi rilevanti e due minimi.

I due picchi principali sono due settimane prima di Natale (forse per evitarsi un regalo costoso) e durante lo spring break, la tradizionale vcanza di una settimana in primavera che hanno gli studenti in diversi paesi del mondo. Strano a dirsi il tasso di rottura in questi due periodi e maggiore del massimo che si ha durante le vacanze estive. Altro picco che si ha è il giorno del primo aprile (bello scherzo :-) ).

I minimi si hanno invece subito dopo le vacanza estive e il giorno di Natale, dove tutti sono più buoni e l'amore vince incontrastato (ma solo quel giorno).

Durante l'anno ci sono massimi e minimi settimanali di bassa ampiezza e si evidenzia che il lunedì è il giorno della settimana in cui ci sono più rotture. Subito dopo il weekend dove si sta più insieme. Vorrà forse dire che stare troppo insieme non fa bene? Non sta a me dirlo, non sono un sociologo, ma un informatico, e dal mio punto di visto posso dire che i problemi più grossi capitano sono sempre la notte, durante il weekend e durante le vacanze. :-) Ma qui vale la legge di Murphy.

Post correlati
2010
22
Novembre
Facebook: negli USA una pagina su 4 è sua
Maurizio Ceravolo
Facebook in continua crescita. Il 25% percento delle pagine viste negli USA è suo. Il 10% a livello mondiale. Analizziamo i dati di Alexa.
2011
4
Luglio
La bolla di Facebook sta per scoppiare?
Maurizio Ceravolo
Adesso pare che Facebook valga 100 miliardi, dai 50 di inizio anno. La quotazione in borsa sembra imminente, però molti dipendenti si stanno liberando delle azioni.
2011
11
Febbraio
Il Milan non sa l'inglese su Facebook
Maurizio Ceravolo
Un fail del Milan sulla sua pagina su Facebook. Possibile che nessuno dei suoi 2 milioni di fan si sia accorto di un errore di inglese?
2010
26
Novembre
Facebook registra il marchio "Face"
Maurizio Ceravolo
Il gigante di Palo Alto registra come marchio una parola di uso comune: Face. Si preannuncia una guerra legale con mezzo mondo?
2010
17
Dicembre
Facebook: la geografia dell'amicizia
Maurizio Ceravolo
Facebook ha rilasciato una infografica che descrive sul mappamondo la geografia delle amicizie. Il social network è fortissimo su USA e Europa, mentre manca in Cina e in Russia.


Archivio Mensile Blog
Tag Cloud
.Net Apple community Facebook geek Geolocalizzazione Google Google+ humor innovazione lab media Microsoft Motori di ricerca Scienza social network social plugin video videogiochi Windows Phone 7
Ultimi Post
I migliori di oggi
I più popolari del mese
Top post