mission
home > chi siamo > mission

Mission di ideativi

Il mondo tecnologico (e dintorni) è caratterizzato da rapide nascite, veloci crescite e frequenti rivoluzioni: tempi spesso non sufficienti ad una corretta “digestione”. Se è vero che si ama solo quel che si conosce, e si conosce solo quel che si capisce, si giustifica come l’innovazione tecnologica venga vista come un fardello di complessità in più, invece di una soluzione per semplificare i processi, ed in generale la vita di tutti giorni.

Il mondo moderno è stato plasmato dalla tecnologia, e spesso la sensazione è che questa stia diventando sempre più inumana: sarebbe forse bene chiederci se possiamo ottenere qualcosa di meglio, una tecnologia a misura d'uomo.

Nell'ambito dei progetti di sviluppo commissionati dai propri Clienti, il gruppo si propone di fornire supporto nella ricerca di soluzioni software efficienti, puntando sempre a cogliere il miglior rapporto possibile fra semplicità ed efficacia, utilizzando a questo scopo le migliori tecnologie del momento. La capacità di instaurare un rapporto di "partnership" con il Cliente, unita all’innata propensione del gruppo, curioso ed affascinato dai molteplici aspetti del mondo tecnologico, offrono continui spunti di studio e confronto, chiave vincente per esplorare in modo proficuo una realtà in continua evoluzione.

Ma dopo anni di esperienza, che ci hanno permesso di conoscere e soddisfare organizzazioni e realtà diverse, il gruppo intraprende anche un nuovo cammino, concentrandosi sull'idea da trasformare in progetto. Con l'ambizione di identificare nuove esigenze del mercato e del sociale, ideativi diventa laboratorio, in cui mescolare le creatività, le idee, la visione del mondo, l'entusiasmo e la voglia di mettersi in gioco di quanti si avvicinano al gruppo.

Tre parole racchiudono lo spirito del gruppo:

  • intuizione
    " [...] in filosofia indica quel tipo di conoscenza immediata che non si avvale del ragionamento o della conoscenza sensibile. Rappresenta una forma di sapere non spiegabile a parole, che si rivela per lampi improvvisi, e sulla cui origine i pareri sono discordi: secondo il meccanicismo l'intuizione sarebbe riconducibile a processi meccanici di causa-effetto, mentre secondo i neoplatonici il modo in cui l'intuizione si produce nella mente umana non è spiegabile razionalmente, trattandosi di un sapere trascendente [...] ".

    Per noi è semplicemente il momento in cui, a partire da un concetto, nostro o del committente, cerchiamo di smontare le regole per cercare di ottenere risultati migliori, l'attimo in cui riusciamo a guardare al di là del problema specifico per cercare nuovi flussi, nuove modalità, nuove opportunità.

  • interazione
    " [...] sequenza dinamica e mutevole di atti sociali fra individui che modificano le proprie azioni e reazioni a seconda delle azioni dei soggetti con cui interagiscono [...] per interazione spesso s'intende proprio la comunicazione [....] "

    E' la fase i cui l'intuizione viene condivisa nel gruppo, o con il cliente, con il presupposto di non dare nulla per scontato, neppure la bontà dell'idea stessa: ogni elemento del gruppo, con la sua esperienza personale e professionale, permette di arricchire o mettere in discussione l'idea. Grazie alle potenzialità del brainstorming, l'intuizione iniziale si fortifica, prende forma e dettaglio, amplia o circoscrive i propri confini, acquisisce una fattibilità progettuale, o spesso è la fonte di nuove intuizioni.

  • implementazione
    " [...] deriva dall'inglese implementation, che significa 'attuazione' e deriva dal termine 'implement' che come verbo significa 'realizzare', 'attuare' [...] si intende l'applicazione pratica di una metodologia o di un algoritmo effettuata allo scopo di conseguire un determinato obiettivo [...] "

    Facendo tesoro dell'esperienza maturata dal gruppo, da cui è scaturita una metodologia flessibile ma rigorosa di approccio al progetto, è il momento di effettuare le migliori scelte progettuali e tecnologiche per trasformare l'idea in realtà concreta. I parametri guida sono rappresentati sempre dall'innovazione, l'efficienza, l'usabilità, la longevità del prodotto finito, ed il miglior rapporto costi-benefici.