Voucher Innovation Manager

Realizza il tuo progetto risparmiando fino al 50%!

Voucher per i manager dell’innovazione

Possiamo realizzare il tuo progetto facendoti risparmiare fino al 50% con un contributo a fondo perduto fino a 40.000 euro.

Tra le misure previste dal Governo italiano nella Legge di Bilancio 2019 c’è il voucher per l’Innovation Manager: un contributo a fondo perduto volto a favorire l’innovazione delle aziende italiane, per renderle più competitive sul mercato nazionale ed internazionale.

Per ottenere il contributo, l’azienda deve avvalersi della consulenza di un Manager dell’Innovazione (o Digital Transformation Manager, come li ha definiti il ministro Di Maio), che sarà volta ad individuare e realizzare innovazioni per le piccole e medie imprese, e l’utilizzo del voucher permette di ottenere un contributo a fondo perduto pari al 50% della spesa sostenuta dall’azienda.

Ideativi, già valido supporto per l’azienda nel processo di innovazione, è iscritta nell’elenco dei manager e consente di fare domanda per accedere alle agevolazioni.

A quanto ammonta il voucher?

Il voucher è a fondo perduto e copre parte dei costi sostenuti per il progetto. Più precisamente:

  • per le micro e piccole imprese, pari al 50% dei costi sostenuti ed entro il limite massimo di 40.000 euro;
  • per le medie imprese, pari al 30% dei costi sostenuti ed entro il limite massimo di 25.000 euro;
  • per le reti di imprese, pari al 50% dei costi sostenuti ed entro un limite massimo complessivo di 80.000 euro.

Quali sono le spese ammissibili?

Sono ammissibili le spese intraprese in un contratto di consulenza di durata non inferiore ai 9 mesi.

La consulenza deve essere finalizzata a indirizzare e supportare i processi di innovazione, trasformazione tecnologica e digitale delle imprese e delle reti attraverso l’applicazione di una o più delle tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale impresa 4.0.
Fra queste, le nostre competenze ci consentiranno di supportarvi su:

  • big data e analisi dei dati;
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber security;
  • internet delle cose e delle macchine
  • integrazione e sviluppo digitale dei processi aziendali;
  • programmi di digital marketing, quali processi trasformativi e abilitanti per l’innovazione di tutti i processi di valorizzazione di marchi e segni distintivi (c.d. “branding”) e sviluppo commerciale verso mercati.

Le specifiche circa contenuto e finalità delle prestazioni consulenziali, nonché durata e compenso, devono risultare da un contratto di consulenza sottoscritto dalle parti successivamente alla data di presentazione della domanda di ammissione al contributo.

A chi si rivolge il voucher?

I nostri abituali clienti italiani sono per la maggior parte rispondenti alle specifiche previste dai voucher.

Possono beneficiare infatti delle agevolazioni di cui al Voucher per consulenza in innovazione le imprese operanti su tutto il territorio nazionale che risultino possedere, alla data di presentazione della domanda nonché al momento della concessione del contributo, i requisiti di seguito indicati:

  • qualificarsi come micro, piccola o media impresa ai sensi della normativa vigente;
  • non rientrare tra le imprese attive nei settori esclusi dall’articolo 1 del Regolamento UE n. 1407/2013 della Commissione, del 18 dicembre 2013 “De Minimis”;
  • avere sede legale e/o unità locale attiva sul territorio nazionale e risultare iscritte al Registro delle imprese della Camera di commercio territorialmente competente;
  • non essere destinatarie di sanzioni interdittive ai sensi dell’articolo 9, comma 2, del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 e risultare in regola con il versamento dei contributi previdenziali;
  • non essere sottoposte a procedura concorsuale e non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente ai sensi della normativa vigente;
  • non aver ricevuto e successivamente non rimborsato o depositato in un conto bloccato aiuti sui quali pende un ordine di recupero, a seguito di una precedente decisione della Commissione Europea che dichiara l’aiuto illegale e incompatibile con il mercato comune.

Possono inoltre beneficiare del Voucher anche le reti d’impresa composte da un numero non inferiore a tre PMI in possesso dei requisiti descritti, purché il contratto di rete configuri una collaborazione effettiva e stabile e sia caratterizzato dagli elementi di cui all’articolo 2, comma 2, del decreto 7 maggio 2019.

Quando sarà disponibile il voucher?

Il voucher sarà disponibile per tre esercizi corrispondenti alle annualità 2019, 2020 e 2021.

Per l’anno 2019 la finestra per presentare il progetto è decisamente stretta, ed occorre agire in fretta.

L’iter di presentazione delle domande di agevolazione è articolato nelle seguenti fasi:

  • verifica preliminare del possesso dei requisiti di accesso alla procedura informatica, a partire dalle ore 10.00 del 31 ottobre 2019;
  • compilazione della domanda di accesso alle agevolazioni, a partire dalle ore 10.00 del 7 novembre 2019 e fino alle ore 17.00 del 26 novembre 2019;
  • invio della domanda di accesso alle agevolazioni, a partire dalle ore 10.00 del 3 dicembre 2019.

Il 3 dicembre sarà quindi il click day: occorrerà essere tra i primi a mandare la domanda per assicurarsi il voucher!

Come viene erogato il voucher?

Il finanziamento viene erogato per il 50%, al completamento del 25% del progetto con conseguente pagamento delle corrispettive fatture al consulente e per il rimanente 50% al termine della consulenza, a seguito del pagamento delle fatture a saldo.

VUOI USUFRUIRE DEI VOUCHER INNOVATION MANAGER?

Possiamo realizzare il tuo progetto e darti supporto per ottenere le agevolazioni!

Chiedi come