Blog
home > blog > Bing: lento nell'indicizzazione

Tag: Bing, Motori di ricerca, social, SEO, Microsoft

Bing: lento nell'indicizzazione

Il motore di ricerca di Microsoft non indicizza i siti in tre giorni come promesso nei Bing Webmaster Tools, ma in tempi molto più lunghi.
di Maurizio Ceravolo
Come sapete questo sito è on line dalla metà di ottobre e da quel momento mi sono anche occupato di tutte le attività SEO e la promozione del sito stesso. In questo lavoro è anche compreso la segnalazione del sito e della sua sitemap ai principali motori di ricerca, ovvero Yahoo, Bing e Google, i cui motori sono utilizzati dai principali portali e motori di ricerca italiani.

Su Yahoo e Google l'indicizzazione è stata molto veloce, in pochi giorni ho ritrovato la stragrande maggioranza delle pagine indicizzate. Per quanto riguarda Bing invece no. La prima cosa che ho pensato è di aver fatto qualche errore nel sito che impedisse l'indicizzazione. Ed invece no. Cosa molto strana, anche perchè nei Bing Webmaster Tools, dove ogni webmaster può amministrare l'interazione del proprio sito con il motore di ricerca di Microsoft, c'era scritto che l'indicizzazione avveniva in tre giorni. Cosa che non è avvenuta. Anzi per vedere la seconda pagina indicizzata ho dovuto aspettare più di un mese.

Adesso che di mesi ne sono passati tre e mezzo le pagine che escono fuori da Bing sono BEN 43. :-( Da notare che 43 pagine, erano indicizzate su Google dopo pochi giorni, quando avevamo molti meno contenuti. Ed ora sono quasi 300.

Questo è il grafico delle pagine indicizzate su Bing tratto dai Bing Webmaster Tools.


Grafico pagine indicizzate su Bing
Pagine indicizzate su Bing (clicca per ingrandire)

Come si vede nell'ultimo mese c'è stato un incremento delle pagine indicizzate, però siamo ancora ad un 15% delle pagine segnalate nella sitemap di questo sito.

Sono andato a cercare un po' di informazioni per questo comportamento strano. Non ho trovato in effetti alcun post ufficiale (e forse è anche ovvio, perché un oste non può dire che il suo vino non è buono), però ho trovato un paio di post interessanti nella community di Bing. Ovvero questo e questo.

In questi post ci sono degli interventi di Brett Yount, che ho scoperto essere stato (si perché ora non ci lavora più) Program Manager al Bing Webmaster Center.

Ci sono due sue affermazioni interessanti. La prima: "It is well known in the industry that MSNbot is fairly slow. I suggest reading our FAQs stickied at the top of the indexing forum to get some ideas of what to do." ovvero che è ben noto che l'MSNbot è decisamente lento. Questa cosa ci da due informazioni. La prima è che il bot che si occupa di indicizzare le pagine per Bing è molto lento, la secondo che è ancora quello del vecchio MSN, il precedente motori di ricerca di Microsoft. La cosa mi stupisce decisamente. Microsoft sta investendo molto in Bing, cercando di innovare di più di rispetto a Google (vedi Bing, la ricerca si fa social) ed è rimasta indietro nel cuore che si occupa di riempire il database per le ricerche.

La seconda affermazione di Brett Yount è questa:

"if your site is not in the index, please do the following:

1. verify in our tools that your site is not blocked
2. run a site: query to verify there are no pages in the index
3. Copy the URL of the site query and post on this thread.

I will work with you to at least get your home page indexed. Deeper indexing will require good content and backlinks as described in the FAQ.
".

Senza tradurla letteralmente, dice di fare delle verifiche e se non va di copiare in quel post sul forum l'url del sito e lui provvederà ad inserirlo manualmente. MANUALMENTE????

E' un post di un anno fa. Non quindici. Mi pare assurdo che in questi anni, uno dei principali motori di ricerca del mondo, debba indicizzare i siti manualmente, come si faceva agli albori di internet con Yahoo. Decisamente c'è qualcosa su cui intervenire pesantemente. Non dico che questo sito sia fondamentale per internet, però se questo sito è indicizzato al 15%, anche molti altri, con buoni contenuti, saranno indicizzati parzialemente. E questo significa che un utente cercando qui, rispetto a Google, può trovare molte meno informazioni. Se Microsoft vuole impensierire Google deve migliorare e di molto il suo bot.

Come direbbe Adriano Celentano, Bing è lento, Google è rock.
Post correlati
2011
25
Gennaio
Bing, la ricerca si fa social
Maurizio Ceravolo
Microsoft ha introdotto nel suo motore di ricerca la possibilità di "condizionare" le ricerche secondo le preferenze dei propri amici. Con buona pace dei SEO.
2011
6
Aprile
Google: la ricerca social con +1
Maurizio Ceravolo
Google ha introdotto da alcuni giorni sulla sua versione inglese, la possibilità di votare i risultati della SERP e condividerli in maniera sociale. Aumenta la difficoltà per i SEO.
2010
13
Dicembre
Come impedire Google Instant Preview
Maurizio Ceravolo
Vediamo un metodo facilissimo per impedire che Google catturi una istantenea del nostro sito e la visualizzi nelle anteprime di Instant Preview
2010
13
Dicembre
Cosa è uno snippet
Maurizio Ceravolo
Una spiegazione semplice per i non tecnici su cosa è uno snippet, ed in particolare cosa è uno snippet nei motori di ricerca.
2011
28
Febbraio
Cos'è una sitemap xml
Maurizio Ceravolo
Una sitemap xml è un protocollo adottato dai maggiori motori di ricerca che permette ai webmaster di segnalare tutte le pagine del loro sito.


Archivio Mensile Blog
Tag Cloud
Apple e-commerce Facebook finanza geek Google Google+ humor infografica innovazione internet iPhone lavoro Microsoft Motori di ricerca networking SEO social network tastiere video
Ultimi Post
I migliori di oggi
I più popolari del mese
Top post