Ask.com chiude. Un dinosauro web 1.0 si estingue


Ask.com soccombe sotto i colpi dei giganti della ricerca Google, Yahoo e Microsoft. Non ha saputo innovare ed ora chiude.

La teoria dell'evoluzionismo digitale ha colpito ancora. Un'altro pezzo storico della rete che si perde nell'oblio digitale. Un altro dinosauro del web 1.0 che chiude i battenti.

Ask.com, precedentemente conosciuto come AskJeeves.com, è stato uno dei giganti della prima parte della storia di internet. Fondato nel 1996, anche se poco usato in Italia, ha avuto nei primi anni un'ottimo successo. Nel 2000 iniziarono le prime difficoltà, per via dei potenti competitor che stavano nascendo.

Nel 2005 venne comprato per 1.85 miliardi di dollari da InterActive Corp. con l'obiettivo di entrare in diretta competizione con Google. Oggi annuncia la chiusura ed il ricollocamento dei 130 ingegneri che lavoravano sul progetto.

Questo dimostra per l'ennesima volta, che non si può competere con i grandi battendo la loro stessa strada, o si prova con progetti innovativi o si cambia settore. Se io decidessi di fare un motore di ricerca ora, non potrei imitare Google, come potrei raggiungere il favore dei navigatori.

Ask.com non ha provato progetti innovativi e non ha cambiato settore. E quindi il dinosauro si è estinto. Anche in questo caso Darwin aveva ragione.

Chi sarà il prossimo??? Io vedo molto male Tom Tom. Con Google e Nokia che forniscono software navigatori per smartphone, vedo difficile sempre di più che un utente decida di comprare un altro hardware per quello che potrebbe avere già dentro il telefono.



Post correlati: