Facebook: il tempo dell'amore


Il re dei social network permette di scoprire informazioni interessanti dal punto di vista sociologico. In questo caso in che periodi è più facile che finisca un amore. Ho trovato questo grafico che è generato a partire dai cambi di stato sentimentale su Facebook.

Facebook grafico della fine dell'amore
Grafico della fine dell'amore durante l'anno (cliccare per ingrandire)

Un sociologo, se potesse avere a disposizione, il database di Facebook, si sentirebbe come un bambino chiuso in una fabbrica di cioccolata. Un numero di dati infinitamente superiore a qualsiasi sondaggio o statistica che potrebbe realizzare nella sua vita.

Il grafico in questione ci permette di capire in quali periodi dell'anno è più facile che ci sia la rottura di un rapporto. Vediamo che ci sono quttro picchi rilevanti e due minimi.

I due picchi principali sono due settimane prima di Natale (forse per evitarsi un regalo costoso) e durante lo spring break, la tradizionale vcanza di una settimana in primavera che hanno gli studenti in diversi paesi del mondo. Strano a dirsi il tasso di rottura in questi due periodi e maggiore del massimo che si ha durante le vacanze estive. Altro picco che si ha è il giorno del primo aprile (bello scherzo :-) ).

I minimi si hanno invece subito dopo le vacanza estive e il giorno di Natale, dove tutti sono più buoni e l'amore vince incontrastato (ma solo quel giorno).

Durante l'anno ci sono massimi e minimi settimanali di bassa ampiezza e si evidenzia che il lunedì è il giorno della settimana in cui ci sono più rotture. Subito dopo il weekend dove si sta più insieme. Vorrà forse dire che stare troppo insieme non fa bene? Non sta a me dirlo, non sono un sociologo, ma un informatico, e dal mio punto di visto posso dire che i problemi più grossi capitano sono sempre la notte, durante il weekend e durante le vacanze. :-) Ma qui vale la legge di Murphy.



Post correlati: