Blog
home > blog > I 10 comandamenti di Steve Jobs

Tag: Steve Jobs, Apple, infografica, geek

I 10 comandamenti di Steve Jobs

Una infografica ci mostra quali sono i 10 comandamenti di Steve Jobs, seguendo i quali è riuscito a far diventare la Apple la prima azienda tecnologica del mondo.
di Maurizio Ceravolo
Negli ultimi 20 giorni ci siamo trovati a parlare spesso di Steve Jobs (Il discorso di Steve Jobs all'università di StanfordL'ambulanza dell'icona di Steve JobsVita e carriera di Steve Jobs in una animazione). I vecchi detti valgono anche per il guru di Cupertino, ora che non c'è (Steve Jobs si dimette da CEO), ci accorgiamo tutti di quanto ha segnato la storia dell'informatica.

Una infografica ci ricorda quali sono i suoi 10 comandamenti. I principi su cui ha costruito il successo di Apple, tanto da diventare la prima azienda tecnologica del mondo.

  1. Cerca la perfezione. Jobs ama i dettagli (vedi L'ambulanza dell'icona di Steve Jobs). La notte prima del lancio dell'iPod, lo staff di Apple lavorò fino al mattino per sostituire il jack delle cuffie, il cui click nell'inserimento non piaceva a Jobs. 
  2. Contatta gli esperti. Jobs assunse l'architetto Ieoh Ming Pel per disegnare il logo di NeXT e reclutò nel consiglio di amminsitrazione di Apple il CEO di Gap, Mickey Millar, prima del lancio della catena di negozi di vendita diretta.
  3. Sii spietato. Jobs è orgoglioso sia dei prodotti che ha ucciso che di quelli che ha rilasciato. Lavorò molto su un clone del Palm Pilot, per poi abbandonarlo quando si rese conto che i cellulari avrebbero eclissato i palmari. E questo liberò il team di progettazione che passò allo sviluppo dell'iPod.
  4. Evita i gruppi di discussione (Focus Group). Jobs ha detto: "Le persone non sanno cosa vogliono fino a che non glielo metti davanti". Così impersona la parte di un gruppo di discussione di una sola persona, si porta a casa il prototipo di un prodotto e lo testa per mesi.
  5. Non smettere mai di studiare. Quando vennero disegnate le prime brochure di Apple, Jobs studiò a lungo quelle della Sony, l'uso dei font, il layout e persino il peso della carta. Durante il design del case del primo iMac, Jobs passo molto tempo nel parcheggio dell'azienda a studiare le carrozzerie delle auto italiane e tedesche.
  6. Semplifica. La filosofia di Design di Jobs è all'insegna della continua semplificazione. Ordinò ai progettisti dell'iPod di eliminare ogni tasto fisco compreso quello dell'accensione. I designers si lamentarono ed alla fine svilupparono la rotellina di scorrimento ad icone.
  7. Conserva i tuoi segreti. Nessuno in Apple parla, ognuno sa solo quello che deve sapere. Il lavoro è suddiviso in celle distinte. La segretezza permette a Jobs di creare hype e morboso interesse per le sue presentazioni.
  8. Usa gruppi di lavoro piccoli. Il team originale del Mac era di cento persone. Non uno di più, nè uno di meno. Se il centounesimo veniva assunto, allora qualcuno doveva abbandonare il team. Jobs è convinto che può ricordare il nome di battesimo di massimo cento persone.
  9. Usa più la carota del bastone. Jobs fa paura, ma il suo carisma è un potente motivatore. Il suo entusiasmo fu la ragione per cui il team Mac lavorò per 3 anni 90 ore la settimana per fare del Mac qualcosa di grande.
  10. Prototipizza all'estremo. Qualsiasi cosa che Jobs fa è prototipato all'ennesima potenza. L'hardware, il software ed anche i negozi di vendita diretta. Architetti e designers lavorarono un anno ad un prototipo di negozio Apple in un edificio nei quartieri generali di Apple per vedersi il progetto stracciato da Jobs e costretti a ricominciare da capo.
I 10 comandamenti di Steve Jobs
I 10 comandamenti di Steve Jobs (clicca per ingrandire)

Sarebbe bello poter fare propri tutti questi comandamenti, soprattutto l'ultimo lo vedo molto complicato da adottare, a meno di non avere risorse a profusione per sviluppare un prodotto. Di uno, il punto cinque, sono assolutamente d'accordo. Penso che sia la cosa principale nel lavoro informatico. Non smettere mai di studiare. La nostra ricchezza è nel know-how. Se non ci innoviamo cadiamo e perdiamo di valore. I piccoli come i grandi. Nokia insegna.
Post correlati
2011
11
Aprile
9 motivi per non comprare iPhone 5
Maurizio Ceravolo
Analizziamo 9 motivi per cui non bisognerebbe comprare iPhone 5, quando sarà messo in commercio. Vediamo cosa gli manca per essere un fuoriclasse.
2011
7
Gennaio
Web Designers contro Web Developers
Maurizio Ceravolo
Da una simpatica infografica prendiamo spunto per un confronto fra Web Designer e Web Developers.
2011
2
Agosto
Rob Shoesmith è già in fila per comprare l'iPhone 5
Maurizio Ceravolo
Rob Shoesmith vuole essere il primo ad acquistare l'iPhone 5, e si è gia messo in fila. Solo che la data di commercializzazione non è stata ancora decisa.
2011
25
Marzo
iPhone 5: tutti i rumors
Maurizio Ceravolo
Dopo l'iPad 2, è in arrivo il prossimo oggetto del desiderio Apple: l'iPhone 5. Vediamo tutte le possibili anticipazioni (non ufficiali). Quali di queste saranno vere?
2011
11
Ottobre
Gli insegnamenti di Steve Jobs
Maurizio Ceravolo
Guy Kawasaki, collaboratore per anni di Steve Jobs, ha scritto quello che ha imparato dal guru di Cupertino: per cambiare il mondo devi cambiare le idee di pochi.


Archivio Mensile Blog
Tag Cloud
Apple drone Facebook finanza geek Google Google+ Groupon humor innovazione iPad iPhone Microsoft Programmazione social network SQL Server Star Wars torrent video videogiochi
Ultimi Post
I migliori di oggi
I più popolari del mese
Top post