Blog
home > blog > L'evoluzione della ricerca di Google

Tag: Google, web search, video

L'evoluzione della ricerca di Google

Google è nato come progetto di ricerca nel 1996. Un interessante video ci racconta i passi che ha compiuto per arrivare ad essere il motore di ricerca più usato al mondo.
di Maurizio Ceravolo
Per tutti noi, Google è una presenza fissa nelle giornate on line, ormai è una consuetudine, una cosa scontata. Adesso.

Però se torniamo indietro con la memoria scopriamo che Google è molto giovane, è nato come motore di ricerca il 15 settembre 1997, mentre come azienda il 4 settembre 1998. Quindi in poco tempo è entrato nella nostra vita quotidiana, diventando il mezzo principale per ricercare informazioni.

Lo scopo per cui è nato, è stato ed è tutt'ora quello di ricercare le migliori informazioni possibili nel minor tempo possibile.

Google è nato nel 1996 come progetto di ricerca, di due studenti dell'Università di Stanford, Larry Page e Sergey Brin, con lo scopo di migliorare la ricerca delle informazioni. 


L'evoluzione della ricerca di Google

Allora, ci spiega il video (sottotitolato anche in italiano), c'è sta una esplosione dei contenuti web, che ha comportato grossi problemi nel trovare informazioni e trovarle velocemente. Nel 1997 è nato quindi il motore di ricerca più usato del mondo partendo dagli studi sull'algoritmo Page Rank di Larry Page e Sergey Brin.

All'inizio non era presente alcuna pubblicità. Adwords è nato solo nel 2000, quando vennero inseriti i contenuti sponsorizzati, con l'obiettivo che fossero pertinenti alla ricerca e fossero comunque distinti da essa.

Nel 2001 le aspettative degli utenti crebbero. Più Google migliorava e più gli utenti volevano servizi migliori. E quindi furono introdotti la ricerca per immagini e la ricerca sui libri. Le immagini servivano a rispondere a domande che un motore di ricerca testuale non era in grado di rispondere. Ad esempio: qual'è il colore turchese? 

Sempre nel 2001, gli ingegneri di Google si sono accorti di aver deluso i propri utenti. L'11 settembre ha evidenziato loro come in alcune situazioni i risultati delle ricerche non fossero pertinenti. La gente cercava Torri Gemelle New York, e non trovava nulla dei fatti tragici che stavano accadendo. Questo perchè il loro indice era vecchio di un mese, e quindi furono costretti a mettere dei link in homepage ai principali siti di informazione.

Da questo fallimento nacque Google News, specializzato nella ricerca delle notizie in tempo reale.

Nel 2007 da questa evoluzione nacque il concetto di Ricerca Universale. Gli utenti volevano un unico punto dal quale poter cercare ogni cosa.

Tutto questo è stato sempre pervaso dalla ricerca di Google per la velocità. Tutti i risultati dovevano essere ottenuti nel modo più veloce possibile per gli utenti. Anche cercando di anticipare i loro desideri. Per questo nacque Google Instant.

Uno degli ultimi servizi nati è la ricerca per immagini. Ovvero fornire a Google un immagine e chiedergli cosa sia e dove si può trovare.

Ma tutto questo non basta agli ingegneri di Google. Il loro sogno è costruire un computer come quello di Star Trek. Capace di ricevere domande complesse e dare risposte complesse. L'obiettivo è arrivare a chiedere a Google: "qual'è il periodo migliore per seminare in India, considerando che quest'anno il monsone è arrivato prima?".

Una nota di colore arriva dai commenti di questo video. Un utente dice: "provate a trovare Chuck Norris, questo è veramente complesso". :-)
Post correlati
2011
22
Agosto
Con Google+ (Plus) la ricerca di Google si fa (più) social
Maurizio Ceravolo
Google ha annunciato di aver aggiornato i risultato delle ricerche. Ora verranno evidenziati i post su Google+ nelle SERP. Per i SEO diventa fondamentale essere social.
2011
9
Settembre
A Natale boom di ricerche da dispositivi mobili
Maurizio Ceravolo
Secondo uno studio diffuso da Google, nei giorni di Natale le ricerche da dispositivi mobili raggiungeranno il 44%. Occorre ripensare le strategie di business on line?
2011
28
Ottobre
Google+: Post popolari, Ripples e Foto editing
Maurizio Ceravolo
Sviluppo a ritmo serrato, su Google+. Due nuove funzioni orientate agli utenti (una in competizione con Instagram?) ed una che strizza l'occhio alle aziende ed al marketing.
2011
23
Agosto
Il meteo su Google Maps
Maurizio Ceravolo
Google ha introdotto sulle sue mappe un livello con le previsioni meteo delle località visualizzate grazie a Weather.com e la copertura delle nuvole grazie a US Naval Research Lab.
2012
4
Aprile
Google Consumer Surveys: opportunità per aziende e produttori di contenuti
Maurizio Ceravolo
Google rilascia un servizio di sondaggi on line, che rappresenta un'opportunità in più di guadagno per le aziende che producono contenuti digitali.


Archivio Mensile Blog
Tag Cloud
Amazon Apple Facebook geek Geolocalizzazione Google Google+ humor infografica innovazione marketing Microsoft Motori di ricerca open source social media social network Star Trek video Windows Phone 7 YouTube
Ultimi Post
I migliori di oggi
I più popolari del mese
Top post