Blog
home > blog > L'elenco di tutti i siti analizzati per il Web Reevolution

Tag: Google+, Google, social network, ricerca, web marketing

L'elenco di tutti i siti analizzati per il Web Reevolution

Il 4 luglio presenteremo una ricerca su oltre 400 siti e blog, che pubblicano articoli sul mondo del web italiano. Scopri se c'è anche il tuo.
di Maurizio Ceravolo
Come annunciato alcuni giorni fa, il 4 luglio ideativi sarà presente al Web Reevolution dove presenteremo i risultati di una ricerca che segue la scia di quella pubblicata a gennaio sui 480 profili italiani più seguiti di Google+.

Questa volta partiamo da un punto di vista diverso. Invece di partire dalle persone, partiamo dai siti, per concentrarci ad analizzare un settore specifico. Nell'ambito della ricerca sui 480 profili italiani avevamo visto che, almeno per l'Italia, c'erano tre gruppi di utenti principali: i fotografi, coloro che condividono immagini amene, frasi motivazionali e gattini, e i professionisti del web.

Il modo più semplice per concentrare l'analisi su quest'ultimo settore, è partire dai loro siti. Ogni professionista, io compreso, condivide sui social network anche contenuti non propriamente connessi al proprio mestiere. Mentre sul proprio blog o sito pubblica articoli generalmente connessi alla propria attività.

Per questo ho selezionato oltre 400 siti da analizzare. Ho scelto siti che avessero pagine in italiano, che avessero articoli pubblicati nell'ultimo anno e che parlassero di news informatiche, SEO, social media, programmazione, web marketing, advertising, copywriting, web. La regola che ho cercato di seguire è che dietro alla scrittura di quegli articoli ci potessero essere i professionisti che ogni giorno in Italia danno il loro contributo alla costruzione del web italiano, per questo ho escluso le grandi testate giornalistiche del settore. Ovviamente la scelta è arbitraria, ci sono dentro sia siti piccoli, che siti grandi, dai singoli professionisti, alle società maggiori, a chi si occupa di informazione tecnica. Sicuramente ci sarà chi mi potrà obiettare sul fatto che manchi quel sito, o sul fatto che quel sito magari non è perfettamente allineato allo scopo. Esiste qualche sito che sicuramente non collima al 100% con gli obiettivi, perché solo una parte dei contenuti riguardano le categorie scelte, però ho voluto inserirli ugualmente per vedere come fluiscono le condivisioni anche su siti più border line. Io ho cercato comunque di inserire quanti più siti, vedendo quelli che venivano condivisi su G+ ed anche scegliendo fra quelli più linkati dai siti selezionati.

Alla fine è venuto fuori questo elenco di siti, che ho provveduto ad analizzare:
Da tutti questi siti ho trovato circa 300 mila pagine, che ho scaricato, e di cui ho studiato le condivisioni tramite Google Ripples (correggendo il dato dove Google Ripples mente) e scaricato i valori dei vari social plugin. Tutto questo per cercare di dare una risposta a molte domande, tipo:
- Chi ha condiviso articoli da più siti del settore?
- Chi è l’utente più popolare?
- Quali sono gli articoli che sono stati più condivisi su Google+?
- Chi sono gli utenti da seguire?
- Chi riesce ad avere più ingaggio?
- Chi sono gli influencer di Google+?

Farò nomi e cognomi, mettendo tutti a nudo, come ho spiegato in una intervista prima del Festival. Se vuoi sapere se tu o il tuo sito finirete nelle mie slide in quanto evidenziati da qualche analisi, lo potrai sapere solo venendo a Roma il 4 luglio o guardandolo in streaming. Oltre ai risultati di questa ricerca, potrai anche vedere le relazioni di altri 50 professionisti del settore.

Alcuni dei relatori del Web Reevolution
Alcuni dei relatori del Web Reevolution
Post correlati
2011
8
Luglio
Le API di Google+
Maurizio Ceravolo
Vic Gundotra, responsabile di Google+, ha confermato l'arrivo della API per il nuovo social network. E quindi applicazioni di terze parti di sviluppatori indipendenti.
2011
22
Agosto
Con Google+ (Plus) la ricerca di Google si fa (più) social
Maurizio Ceravolo
Google ha annunciato di aver aggiornato i risultato delle ricerche. Ora verranno evidenziati i post su Google+ nelle SERP. Per i SEO diventa fondamentale essere social.
2014
13
Febbraio
Come funziona il +1 sui siti
Maurizio Ceravolo
Con alcuni test abbiamo cercato di capire come funziona il social plugin di Google+ sulle pagine di un sito. Ed abbiamo anche scoperto una cosa che ci ha sorpreso.
2012
24
Febbraio
Google+: aggiornamento al +1 e al badge
Maurizio Ceravolo
Google+ Platform Preview ha annunciato due aggiornamenti per i social plugin del social network di Google, il +1 e il Google+ badge.
2011
14
Ottobre
Google+ non ha bisogno di hashtag, però li introduce
Maurizio Ceravolo
Quanlche giorno fa, Mike Elgan, noto blogger, aveva condiviso un'analisi sul fatto che Google+ non avesse bisogno di hashtag. Google+ lì ha attivati!


Archivio Mensile Blog
Tag Cloud
Apple Facebook fantascienza finanza geek Google Google+ HTC humor innovazione Microsoft mobile Nokia Programmazione rapporti sociali social network turismo video viral Windows Phone 7
Ultimi Post
I migliori di oggi
I più popolari del mese
Top post